Home

Zazzaroni a Pupia: “Juventus e Roma favorite. Insigne non e’ erede Lavezzi”

Ivan ZazzaroniLa nuova stagione calcistica vista dagli occhi di Ivan Zazzaroni. Il giornalista
sportivo, nonché personaggio televisivo, ha rilasciato delle importanti
dichiarazioni a Pupia.tv.

A seguire l’intervista.

Comincia una nuova stagione all’insegna del grande calcio della Serie
A. Chi parte da favorita? Chi può essere la rivelazione?

Per lo scudetto punto decisamente su Roma e
Juventus. La rivelazione può essere il Genoa di De Canio.

Quanto ha perso il Milan cedendo Thiago
Silva e Ibrahimovic al Psg?
Ha perso molta
qualità, un bel po’ di personalità ed i riferimenti in campo. E’ sicuramente
tanto.

La Juventus ha iniziato la
stagione con non poche contestazioni a causa sia dell’arbitraggio, definito da
molti “inadatto”, di Mazzoleni nella finalissima di Supercoppa italiana col
Napoli a Pechino, sia del goal fantasma di Pirlo contro il Parma. Juventus
troppo forte o arbitri facilmente condizionabili in partite del genere?

Il tema arbitri è complesso: i
condizionamenti derivano da tanti fattori, da qualche anno a questa parte.
Preferisco parlare di arbitri capaci e di arbitri inadeguati.

Il calcio esplosivo di Zeman può davvero
far bene alla Roma?
Sono stati davvero funzionali alla tattica del tecnico
boemo i colpi in entrata?

A Zeman è
stata consegnata una squadra molto ‘zemaniana’: qualità, freschezza, ambizioni,
voglia di fare. Credo nella Roma, soprattutto in una stagione così povera,
critica.

Il Napoli ha perso Lavezzi
e Gargano, ma è un gruppo unito che ha saputo subito conquistare tre punti
nella difficile trasferta di Palermo. Dove Possono arrivare davvero gli
azzurri? Insigne può essere considerato l’erede naturale del “Pocho”?

Diciamo che i partenopei hanno perso un po’
di imprevedibilità, ma hanno guadagnato in quanto a solidità e personalità. Insigne
non è l’erede di Lavezzi, è un Giovinco.

L’Inter è partita bene in quel di Pescara mostrando miglioramenti netti
sul piano del gioco e della fase difensiva. Sneijder e Milito possono essere i
perni su cui Stramaccioni può puntare per tutta la stagione? E’ più un colpo di
mercato Gargano o Alvaro Pereira?

Sneijder
e Milito sono gli “scambiatori” di questa Inter mentre
Pereira è un acquisto eccellente.

Capitolo
‘calcio malato’. Continuano gli scandali del calcioscommesse che quest’anno
hanno visto coinvolti vari protagonisti della Serie A 2011/2012 tra cui,
soprattutto, Antonio Conte. Come si può abbattere questa malattia?

Eliminando l’uomo (scherza ndr).

Qual è l’11 ideale di Ivan Zazzaroni? Il mio 11 ideale scenderebbe in campo con un
3-4-3. Tra i pali metterei Buffon, in difesa Benatia, Danilo e Chiellini. A
centocampo Pepe, Pirlo e Marchisio della
Juventus, con il dubbio B. Valero o Pereira dell’Inter; in attacco il trio
composto da Osvaldo, Milito e Jovetic.

Le
italiane possono competere davvero in Champions?

La Juve può arrivare ai quarti, il Milan no. Ma vorrei che ripetessero
la finale di Manchester, evidentemente.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico