Aversa

Via Roma, strisce pedonali “a scomparsa”

 AVERSA. Strisce pedonali a scomparsa. Sono quelle tracciate in via Roma, esattamente antistanti l’ingresso della facoltà d’Ingegneria.

A segnalare la curiosità è una coppia di coniugi. Con una mail ci trasmettono una foto che mostra le strisce semiscomparse dell’attraversamento compreso tra il bar Il Boschetto e il portone della facoltà. “Sono state tracciate venerdì pomeriggio” scrivono, affermando di avere assistito all’operazione.

“L’orologio dell’Annunziata aveva da poco suonato le 15 – si legge nella mail associata alla foto – quando, tornando da Napoli, siamo passati per via Roma. In quel momento gli operatori comunali, sotto lo sguardo attento di due vigili urbani, stavano disegnando l’attraversamento dalla parte del bar, bloccando, ovviamente, il traffico da quel lato con delle transenne”. “Poi – continua la mail – hanno tracciato la parte restante, completando il passaggio pedonale, usando la medesima modalità e alle ore sedici praticamente era tutto finito”.

L’attraversamento era pronto per l’uso ma, a quanto pare, è durato poco: “Domenica mattina – continua la mail – quando, intorno alle ore 9, ci siamo recati a messa abbiamo notato che la parte centrale dell’attraversamento era già quasi tutta scomparsa”. “Possibile che sia tutta colpa del traffico di sabato o piuttosto che il risultato sia stato prodotto da un errore tecnico?” domandano i coniugi facendo una serie di ipotesi. “Ci piacerebbe sapere –scrivono in proposito – se la scarsa durata sia dovuta alla qualità o alla diluizione applicata al materiale usato per preparare il colore se sia dovuta alla competenza del personale incaricato dell’operazione che, in altre occasioni, abbiamo visto utilizzato per i lavori più disparati”.

“In entrambi i casi sarebbe opportuno prevedere dei correttivi, perché, – conclude la mail – affidandosi a dei ‘tuttofare’, c’è rischio che gli interventi debbano essere rifatti a breve distanza di tempo con l’unico risultato di sperperare denaro pubblico”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico