Italia

Torino: scoperta intera famiglia di falsi ciechi

 TORINO. La Guardia di Finanza di Torino ha scoperto un’intera famiglia di falsi ciechi. Fratello, sorella, madre e zio hanno intascato in 30 anni indennità per oltre mezzo milione di euro. I quattro hanno percepito dal 1982 l’indennità di accompagnamento di 800 euro al mese.

La Guardia di Finanza ha anche smascherato, sempre a Torino, un finto invalido che oltre alla cecità, simulava anche un’infermità che lo costringeva sulla carrozzella. Le indagini sono scattate dopo la segnalazione di un cittadino al 117, il numero di pubblica utilità della Guardia di Finanza.

Infine, un ultimo caso riguarda un falso cieco, residente a Torino ma di origini siciliane, che è riuscito a mettersi in tasca 80mila euro nell’arco di 10 anni. Inequivocabili le immagini raccolte dai finanzieri. Il primo caso riguarda una donna originaria della provincia di Latina, residente a Moncalieri (TO), che percepiva da 30 anni l’indennità di accompagnamento. A destare sospetto sono stati i differenti atteggiamenti che la signora assumeva di volta in volta, in base alla situazione del momento.

L’handicap, infatti, veniva reso evidente nei pressi o sul luogo di lavoro come centralinista di un ente pubblico. Una volta lontana dall’ufficio, riponeva nella borsa il bastone e si muoveva con sicurezza per la città. I militari della Guardia di Finanza l’hanno filmata mentre, con passo svelto, attraversava le strisce pedonali, superava binari del tram, zigzagando tra le transenne e saliva sui marciapiedi.

I Finanzieri si sono poi incuriositi quando hanno scoperto che anche il fratello, la madre e lo zio, tutti residenti in provincia di Latina, risultavano portatori dello stesso handicap. I successivi accertamenti nella cittadina laziale hanno confermato i sospetti: anche nel loro caso, la cecità era del tutto simulata. I quattro sono stati filmati in un ristorante quando, nel corso di un ricevimento, oltre a ballare, si muovevano con disinvoltura tra i tavoli.

Il quinto falso cieco, residente a Torino da più di vent’anni, di origini siciliane, è riuscito a mettere in tasca 80mila euro nell’arco di 10 anni. Lavoratore dipendente di un’azienda privata, i Finanzieri lo hanno filmato mentre accompagnava il figlio a scuola, attraversando incroci stradali privi di semafori e cicalini sonori per non vedenti, o mentre, in totale autonomia, faceva acquisti nel mercato rionale di Santa Rita a Torino.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico