Cesa

Tentano furto in macelleria mentre il figlio del titolare prende prima comunione

 CESA. Doveva essere una tranquilla giornata di festa per il titolare di una macelleria di Cesa. Al figlio doveva essere impartita la prima comunione.

Per cui, dopo il rito religioso in chiesa, la canonica festa presso un ristorante della zona. Ad un certo momento, però, il papà del macellaio ha avuto un malore. L’uomo, verso le 15.30 di domenica, ha deciso di riaccompagnarlo a casa insieme alla moglie, per poi far ritorno al ristorante.

Una volta giunto nel cortile di casa, dal quale si ha anche un accesso di servizio alla macelleria, però, il macellaio si è accorto che la porta d’ingresso del negozio era aperta, mentre due individui armeggiavano vicino alla porta che conduce all’abitazione. La sua reazione è stata immediata. Si è messo repentinamente all’inseguimento dei due che, intanto, per rendere più difficile la cattura, si sono separati, fuggendo uno verso Aversa, l’altro verso Sant’Arpino. Nel frattempo, la moglie del macellaio ha dato l’allarme telefonando al 112.

Dalla centrale operativa di Aversa, coordinata dal tenente Flavio Annunziata, è partita la segnalazione per una vettura che si trovava nei pressi dell’abitazione del macellaio. Grazie all’azione di quest’ultimo e all’arrivo dei carabinieri è stato fermato ed arrestato Vincenzo Piscopo, 23 anni, di Frattamaggiore (Napoli), trovato in possesso di una sacca che conteneva grimaldelli ed altri attrezzi per lo scasso. Per lui gli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo che si terrà lunedì mattina.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico