Cesa

Immigrati: ProDem chiede delibera per proposta di legge

 CESA. I consiglieri di opposizione del “Progetto Democratico per Cesa” hanno chiesto di inserire all’ordine del giorno della prossima seduta consiliare la proposta, elaborata dal Partito Democratico nel corso dell’assemblea dei segretari dei circoli tenuta lo scorso 23 giugno a Roma, …

… che riguarda una forte iniziativa politica a sostegno della campagna nazionale “Chi nasce e cresce in Italia è italiano”.

La legge sarà discussa nei prossimi giorni alla Camera. Per questa ragione il Pd nazionale ha richiesto a tutti i circoli di proporre la discussione dell’ordine del giorno, adeguato alle esigenze locali, entro il 23 luglio, di modo che la eventuale delibera di Consiglio possa essere da sprono all’attività parlamentare.

Ecco la proposta di delibera:

E’ da inizio legislatura che il Partito Democratico sostiene la necessità di modificare la Legge sulla cittadinanza con particolare riferimento ai ragazzi di origine straniera nati o cresciuti in Italia. Una battaglia portata avanti nelle sedi parlamentari e sostenendo campagne di mobilitazione nate su questo tema promosse da ampi cartelli di associazioni, forze sindacali ed enti locali di diverso orientamento culturale e politico.

In considerazione di queste ragioni

Il Consiglio Comunale di Cesa

Visto

che secondo l’Istat al 1 gennaio 2011 gli stranieri residenti hanno raggiunto la cifra di 4.570.317 con un incremento del 7,9% rispetto all’anno precedente.

che alla stessa data i minori stranieri nati o cresciuti in Italia erano circa un milione, cioè quasi il 22% dei minori residenti nel nostro paese.

che nella nostra città sono circa 20 (venti) i bambini nati e qui residenti figli di cittadini stranieri;

che, inoltre, per adeguare la normativa della cittadinanza è opportuno ampliare i requisiti di concessione della cittadinanza italiana basandoli sul principio dello Ius Soli in sostituzione di quello dello Ius Sanguinis al quale si ispira invece la normativa vigente, rendendo cosi possibile l’ottenimento della cittadinanza italiana ai bambini nati o cresciuti Italia da genitori non italiani

che in tal modo si eviterebbe il crearsi di situazioni paradossali nelle quali questi bambini, nati o cresciuti nel nostro Pese, che per cultura e formazione si sentono italiani crescano con un senso di estraniazione dal contesto che sentono essere il loro, con ripercussioni negative sulla effettiva possibilità di un processo di integrazione e di inserimento sociale del minore.

Che in tal modo si produrrebbe un atto nell’interesse dello Stato Italiano e fondamentale per favorire, consolidare e rafforzare il percorso di integrazione e radicamento avviato positivamente nel nostro territorio dalle persone di origine straniera che stabilmente vi abitano e intendono, con pari diritti e doveri, partecipare alla vita culturale e socio-politica del Paese.

Si impegna il consiglio comunale, il sindaco e la giunta

ad attivare tutti gli atti e procedure necessarie a sostegno del riconoscimento della cittadinanza italiana per Ius Soli ai figli nati in Italia da entrambi genitori stranieri regolarmente residenti e ai ragazzi arrivati in Italia adolescenti, figli di cittadini non italiani regolarmente residenti, che abbiano qui compiuto un ciclo scolastico.

Impegna il Presidente del Consiglio Comunale

a trasmettere ai Presidenti di Camera e Senato e ai Capigruppo dei Partiti politici presenti in Parlamento la presente delibera.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico