Caserta

Una cappella per pregare nel polo scientifico

 CASERTA. Una cappella adibita al culto sorgerà all’interno del polo scientifico di via Vivaldi della Seconda Università di Napoli.

Il vescovo di Caserta Pietro Farina ha accolto la richiesta del rettore Francesco Rossi e lo ha comunicato durante la consegna degli attestati agli studenti che hanno partecipato alla “SummerSchool” voluta dal preside della Facoltà di scienze del farmaco per la salute e l’ambiente Paolo Vincenzo Pedone e il Centro Studi ed Alta Formazione maestri del lavoro d’Italia.

Una settimana, dal 23 al 27 luglio, full immersion per oltre cinquanta ragazzi finalizzata all’orientamento alle facoltà scientifiche ed in particolare:matematica, fisica, biologia, biotecnologie e scienze ambientali, ed assistiti dadieci insigniti della stella al merito dal presidente della repubblica e soci laici del CeSAF.

“Una esperienza prima in assoluto nel nostro ateneo – ha commentato il preside Pedone – che è andata ben oltre le previsioni perpartecipazione degli studenti,per il grande impegno ed attenzione che c’è statoed i risultati ottenuti”. Pienamente centrato l’obiettivo in quanto quasi tutti, al temine del quinta giornata, avevano le idee chiare sullescelta e dell’impegno che gli studi universitari richiedono ed un bagaglio di conoscenzeimportante.

Le lezioni si sono alternate adesperimenti eviste dei laboratoridalle 9,30 fino alle 16 con una pausa mensa all’interno dell’ateneo. Glistudenti e diplomati provenivano dal: liceo Manzoni di Caserta, ItisMoranodiCaivano, LiceoTelesi@diTeleseterme, Itis A. Volta di Aversa, Itis Giordano di Caserta, ITE Terra di Lavoro di Caserta, Liceo Diaz Caserta.

I neo periti industriali hanno avuto alcune lezioni differenziate riguardante lavita di azienda e sono stati selezionati per un corso di 120 ore che sarà organizzato dallo stessoCeSAF maestri del lavoro in sinergia con la Confapi, propedeutico aduno stage di sei mesi nelle impresemetalmeccanichedella Brianza lecchese a completamento dell’ “operazioneValmadrera”. “Ammiro ed apprezzo l’iniziativa attuata e coloro che l’hanno promossa – ha commentato il vescovo Farina – Tutto questo servirà ad aiutare i giovani ad inserirsi in una società complessa e difficile piena di strade in salita. Ostacoli che si superanno con la volontà, ma specienei principi della fedeche ha fatto della dottrina sociale la base fondamentale della nostra esistenza”.

Ipiù assidui frequentatorihanno ricevuto l’attestato di partecipazione: Acconcia Giulio, Arnone Fabrizio, Assante Luciana, Belardo Carmine, Borzacchiello Raffaele, Carusone Francesco, Cipolletta Maria Grazia, Costagliola Antonietta, D’Angelo Maria Chiara, D’Amico Raffaella, DelPrete Marco, Di Dato Luca, Dragone Martina, Esposito Anna,Falco Giuseppe Daniele, Falcone Marzia, Favenza Salvatore, Ferrante Daniele, FerraraValentina, Forte Maria Laura, Fusco Daniele, Galleri Federica, Gesumaria Roberta, Giordano Veronica, Gravina Vincenzo, Greco Immacolata, Iannucci Salvatore, Iazzetta Stefania, Lombardi Andreina, Maglione Salvatore, Mandarino Fabio,Mandarino Luca, Marsilio Vincenzo, Morra Giuseppe, Munno Carlo, Munno Raffaele, Papa Pasquale, Pascariello Rita, Piccolo Giovanni, Russo Carmine, Sparano Miriana, Squillino Antonio, Tomeo Martina, Trotta Michele, Ventanieri Gennaro, Grimaldo Giovanni, Alessandrino Luigi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico