Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casale si “spegne” ogni sera: cittadini e commercianti accusano Enel

 CASAL DI PRINCIPE. E’ un “calvario” ogni sera per i cittadini di Casal di Principe. Intorno alle 20, e fino a mezzanotte, come ormai diventata consuetudine, il paese si “spegne”, venendo a mancare l’energia elettrica, con abitazioni ed esercizi commerciali che piombano in un disagio insostenibile.

Situazione critica soprattutto per i commercianti, i cui prodotti conservati in frigorifero rischiano di deteriorarsi. Come spiega Antonio Quadrano, titolare del bar “Le Bistrot”, che ironizza: “Io sono un casalese che non ha mai rubato la corrente elettrica, ma ormai i ruoli si stanno invertendo e chi paga regolarmente l’Enel viene beffato”.

Anche altri commercianti si associazione alla denuncia, come Biagio Cirillo di via Vaticale. Stesso problema nelle abitazioni, dove sono a rischio la conservazione dei prodotti nei frigoriferi ed anche la salute delle famiglie, soprattutto di anziani, bambini e malati, causa il mancato funzionamento dei climatizzatori in un periodo di forte caldo che non tende a placarsi.

E, intanto, l’appello viene rivolto all’Enel, affinché ponga fine a questi distacchi improvvisi di energia elettrica sui quali, fino ad oggi, non è stata fornita alcuna spiegazione. “Paghiamo regolarmente tasse e bollette ma viviamo anche in un periodo di crisi e non possiamo permetterci di bloccare le nostre attività nelle ore serali senza guadagnare un centesimo”, le parole dei commercianti, che invocano anche l’interessamento della commissione straordinaria che governa il Comune.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico