Carinaro

Sant’Eufemia, compiuto il rito della “Bandiera”

Sant'EufemiaCARINARO. Ad un mese dall’inizio dei festeggiamenti solenni in onore di Sant’Eufemia, domenica 29 luglio, è stato innalzato il quadro raffigurante l’effige della santa patrona, quello che la tradizione ricorda come il rito della “Bandiera”.

La posa del quadro in piazza triste è avvenuta dopo la santa messa, delle ore 19, con la partecipazione di numerosissimi fedeli, dei componenti del Comitato dei festeggiamenti e dei confratelli e consorelle della Congrega di Sant’Eufemia, presieduta dal prioreGiuseppe Barbato.

La tradizionale cerimonia è stata preceduta da una processione per il centro storico di Carinaro e si è conclusa in Piazza Trieste, tra il canto e le preghiere dei fedeli. Il quadro resterà innalzato per tutto lo svolgimento dei festeggiamenti in onore di sant’Eufemia. Dopo la benedizione del Parroco tra il popolo di fedeli e le associazioni presenti, tra il suono delle campane elo sparo di mortaretti, si è compiuto questo rito molto significativo per i credenti di Carinaro.

“Voglio ringraziare il parroco –dichiara Barbato, componente del consiglio pastorale parrocchiale – che con questo atto non solo dimostra il suo attaccamento a Sant’Eufemia ma da vero carinarese tende sempre più a rafforzare e solennizzare le nostre tradizioni. Tanto che quest’anno ha incoraggiato noi tutti a preparare una festa degna di essere tale offrendo a tutti i nostri concittadini un programma di ben 18 giorni (dal 30 agosto al 16 settembre) che toccheranno non solo gli appuntamenti già consolidati negli anni precedenti ma sarà arricchito con attività che coinvolgeranno anche i più piccoli, dalle esecuzione di alcune scuole locali di ballo, dall’esibizione di talenti locali e ausilio di strumenti tradizionali,alla sagra di Sant’Eufemia”.

I festeggiamenti si concluderanno il 16 settembre, festa liturgica della Santa,con la solenne concelebrazione eucaristica presieeduta dal cardinale Crescenzio Sepe. Il parroco Lucariello ha inoltre sottolineato la voglia di riportare in vita quelle che erano le vecchie tradizioni di un tempo, che sono andate perdute. L’attivismo del sacerdote è stato molto apprezzato dai fedeli, così come il gesto di riportare sul petto della santa la reliquia, rubata qualche mese fa. Lucariello ha infatti colto l’occasione per ricordare ai fedeli che il riposizionamento della stessa avverrà il giorno 2 settembre durante la solenne celebrazione della santa messa mattutina.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico