Carinaro

Addio a don Gaetano Cantiello: il ricordo di Barbato

don Gaetano CantielloCARINARO. Si è spento don Gaetano Cantiello, parroco emerito della comunità parrocchiale “Maria Santissima Annunziata” di San Cipriano d’Aversa.

Nato il 7 dicembre 1925 dai laboriosi Giovanni e Marianna Corvino. Fin da piccolo avverte il forte desiderio di unirsi al Signore e di diventare Sacerdote. Il 15 Settembre del 1938 viene accolto nel Seminario Vescovile di Aversa, dopo aver completato gli studi Ginnasiali a Napoli presso il Seminario di Capodimonte passò al Pontificio Seminario Interregionale di Posillipo.

Si distinse per ingegno e attaccamento al dovere. Il 16 Luglio del 1950 nella Parrocchia dei Santi Filippo e Giacomo viene Ordinato Sacerdote da monsignor Antonio Teutonico. Fu insegnante di lingua Inglese presso il Seminario Vescovile di Aversa dove spese le primizie della sua novella vita sacerdotale, mentre a Carinaro occupò il posto di viceparroco presso la comunità parrocchiale di Sant’Eufemia accanto a don Gennaro Morra. Fu poi nominato cappellano all’Ospedale Psichiatrico di ‘Maddalena’ di Aversa. Nella sua San Cipriano fu il primo parroco della comunità parrocchiale di ‘Maria Santissima Annunziata’ dal 1961 al 2001. I giovani, i bambini e le vocazioni furono il suo principale assillo che lo accompagnarono durante il suo lungo ministero sacerdotale”.

“Don Gaetano era un sacerdote mite, umile, intelligente. – commenta Giuseppe Barbato, presidente della Congrega di Sant’Eufemia di Carinaro e amico delle famiglie Cantiello e Morra – Certamente ha lasciato una dolce memoria qui a Carinaro negli anni che fu viceparroco con monsignor Gennaro Morra nella metà degli anni ’50. Io serbo un ricordo particolare di don Gaetano in quanto tutte le volte che veniva da don Gennaro per i vincoli di parentela che li accumunavano e tutte le volte che parlavamo egli esprimeva sempre espressioni di congratulazioni per la nostra Carinaro per la sua permanenza e delle attività che aveva espletato in mezzo a noi. Ancora oggi nelle persone più anziane è ricordato come un sacerdote bravo e che sempre disponibile con tutti in particolare con i giovani di cui negli anni che fu a Carinaro ne curava la formazione”.

“Mancherà alla Chiesa Aversana – conclude Barbato – ed in particolare a quella di San Cipriano d’Aversa ma soprattutto ai cari nipoti che in questi ultimi anni amorevolmente lo accudivano”.

I funerali si terranno venerdì 20 luglio, dalla chiesa di Maria SS. Annunziata fino alla chiesa di S.Croce dove il vescovo di Aversa Angelo Spinillo e numerosi sacerdoti della Forania e della diocesi di Aversa, alle ore 10, parteciperanno al rito funebre.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico