Aversa

Ospedale e assistenza, parte il lavoro della Commissione Affari Sociali

Paolo GalluccioAVERSA. Dopo l’insediamento proclamato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Stabile, l’avvocato Paolo Galluccio, ha immediatamente convocato il 30 luglio la Commissione Affari Sociali, che presiede.

“Il primo obiettivo, – spiega Galluccio – sarà quello di far svolgere alla commissione il ruolo che le compete così come espressamente previsto dall’articolo 41 dello Statuto e, più precisamente, di darle quella funzione di esame ed approfondimento delle proposte di deliberazione, esternazione di pareri, metodi, procedimenti e termini per lo svolgimento di studi, indagini, ricerche ed elaborazione di proposte e quando se ne avvertirà la necessità invitare a partecipare anche rappresentanti di organismi associativi, funzionari e rappresentanti di forze politiche”.

Rientrando nella commissione anche la specifica delega sulla sanità, Galluccio annucia: “Mi confronterò, come peraltro già fatto, con il direttore del presidio ospedaliero di Aversa, dottoressa Oliva, facendo una specifica programmazione per individuare percorsi comuni. E’ evidente che intenderò dare alla commissione il ruolo che le compete specie quel ruolo di esame ed approfondimento delle proposte di deliberazione, quel ruolo che negli ultimi anni non mi sembra che abbia rivestito. Il mio sarà un ruolo che condividerò con gli altri membri, ad eccezione dell’ingegner Costanzo, il quale, eletto quale componente facente parte della minoranza, oggi passato repentinamente in maggioranza, mi ha fatto pervenire il 26 luglio scorso le dimissioni, oltre all’assessore di riferimento Romilda Balivo e alla dirigente Gemma Accardo che fin da subito si è mostrata completamente collaborativa”.

Nel voler entrare nel merito, Galluccio sottolinea: “Non posso che dar seguito e proseguire con grande spirito di abnegazione nello splendido lavoro già fatto dal sindaco Giuseppe Sagliocco, il quale, dopo proficui interventi, ha fatto si che l’Ambito C3 divenisse nuovamente operativo. Pertanto, l’avvenuta costituzione dell’ufficio di piano costituita dai dirigenti dei servizi sociali dei nove comuni e coordinato dal dirigente dei servizi sociali del Comune capofila, ovvero di Casaluce e l’elaborazione del piano di zona 2012-2014 che avverrà dopo che il Commissario ad acta avrà espletato le proprie ricognizioni contabili sono i migliori auspici e premesse per augurare alla commissione un buon lavoro”.

“Al centro dell’attenzione di questa commissione così importante e così corposa – conclude Galluccio – mi porrò quali assolute priorità le problematiche inerenti le persone più abbienti e quelle diversamente abili; di adottare politiche di sviluppo ed inserimento giovanile anche attraverso percorsi sportivi e didattici il tutto con pedissequa programmazione e senza cadere nello sterile assistenzialismo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico