Aversa

Orario di lavoro: tensione tra il sindaco e i vigili urbani

 AVERSA. Comportamento antisindacale da parte del comune di Aversa. Questo l’oggetto del ricorso presentato davanti al magistrato del lavoro del tribunale di Santa Mara Capua Vetere dalle organizzazioni sindacali Sulpm, Cgil, Cisl, Uil e Ugl …

… a causa del mancato accordo sull’orario di lavoro prolungato, voluto soprattutto dal sindaco Giuseppe Sagliocco e accolto favorevolmente dai cittadini, in occasione delle serate dei fine settimana, nei moment più caldi della movida normanna.

I rappresentanti sindacali della polizia municipale hanno, infatti, dato mandato all’avvocato Carozza di procedere per denunciare l’atteggiamento antisindacale ex art 28 dello Statuto dei Lavoratori. Nodo della controversia i nuovi turni di servizio istituiti dal dirigente del settore e comandante della polizia municipale. Quest’ultimo, infatti, anche per ottemperare alle richieste del sindaco in materia di sicurezza dei cittadini nelle serate dei fine settimana, quando la movida aversana richiama centinaia e centinaia di giovani anche da fuori provincia, ha istituito, sin dallo scorso mese di giugno, un turno dalle 18 alle 24 dal venerdì alla domenica.

Una scelta che, al di là dei tecnicismi sindacali e burocratici, si è rivelata più che utile per i cittadini. L’altro turno, dettato dalla necessità di far fronte ed arginare il fenomeno del “sacchetto selvaggio”, porta in strada due pattuglie, a partire dal 4 luglio scorso, dalle 6 alle 12, con controlli continui nei luoghi topici dell’abbandono dei rifiuti. Anche questa una scelta felice tenuto conto che i risultati con contravvenzioni e sequestri non si sono fatti attendere.

Ma, al di là dell’utilità delle decisioni, gli iter normativi previsti vanno seguiti. In questo senso, da parte sua, invece, il comandante ha tenuto a sottolineare che i nuovi orari sono stati applicati anche in costanza di concertazione “perché vi sono interessi pubblici indifferibili ed urgenti e della vicenda è stato avvertito il sindaco”. Risposta che non ha soddisfatto i rappresentanti sindacali che hanno inoltrato la documentazione ai legali per avviare una nuova vertenza legale per comportamento antisindacale.

I giudici sammaritani hanno anche fissato l’udienza, prevista per il prossimo 4 settembre. Intanto, un altro fronte rischia di aprirsi tra amministrazione e vigili urbani. E’ di ieri l’inoltro al prefetto e al segretario comunale di un rapporto sottoscritto da due vigili urbani nel quale si palesa un’aggressione verbale ad un agente con tanto di minacce.

Nel rapporto, unico documento ufficiale al momento, si legge che Sagliocco avrebbe, tra le altre cose, “minacciato” di controllare l’operato del vigile perché dirigente sindacale, oltre a dare ordini che a detta dei vigili non poteva impartire. Da parte sua, il primo cittadino si è detto sereno perché ritiene di aver fatto quanto fa parte delle proprie prerogative. E’ probabile che anche in questo caso a decidere sarà la magistratura alla quale sarà inoltrata l’ipotetica notizia di reato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico