Aversa

“Meglio in galera che da mio fratello”: uomo si fa arrestare

 AVERSA. “Meglio in galera che in questa casa con mio fratello, dove si vive come in un inferno”. Questo, probabilmente, quello che avrà pensato Raffaele Conte, 59 anni, di Aversa,agli arresti domiciliari dal 16 gennaio scorso a seguito di una rapina.

Detto, fatto. L’uomo ha lasciato casa del fratello, dove stava scontando gli arresti domiciliari, e si è andato a costituire direttamente negli uffici della questura di Caserta. Agli agenti, dapprima allibiti, poi quasi divertiti, ha chiesto, quasi pregandoli, di arrestarlo pur di non tornare a casa dal congiunto con cui aveva avuto l’ennesimo un acceso diverbio.

Alla fine i poliziotti non hanno potuto fare altro che il loro dovere: lo hanno arrestato per evasione ma, aggiungendo al danno la beffa, lo hanno anche riportato a Lusciano dove il fratello vive. Agli agenti l’uomo ha raccontato di una convivenza divenuta impossibile con continui litigi anche per futili motivi. In giornata sarà celebrato il processo con rito direttissimo, ma è quasi certo che per lui si riaprano le porte de “l’inferno fraterno”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Francavilla Fontana, rapina un uomo e poi un bar: arrestato https://t.co/RIBcY8Ifc5

Napoli, fucile e bombe a mano nascosti in solaio al Rione Traiano https://t.co/STl7o6zuYW

Campania - Obiettivo "Zero Epatite C": web serie con medici e pazienti (18.10.18) https://t.co/IwSXZbfmcH

Napoletani scomparsi in Messico, i parenti occupano i binari della stazione - https://t.co/faZF0ai8xR

Condividi con un amico