Villa Literno

Il Comune fuoriesce dal Consorzio Idrico

Nicola TamburrinoVILLA LITERNO. Dal prossimo anno il Comune di Villa Literno non farà più parte del Consorzio Idrico “Terra di Lavoro”: lo ha deciso il consiglio comunale nella seduta di mercoledì sera.

A norma dello statuto, i Comuni possono prendere tale decisione con apposita delibera di consiglio entro il 30 giugno di ogni anno, ma la decorrenza sarà dal primo gennaio dell’anno successivo.

A Villa Literno, quindi, il servizio idrico integrato sarà gestito direttamente dal Comune: “Siamo consapevoli che questa scelta comporterà inevitabilmente dei problemi di rodaggio – ha ammesso il sindaco Nicola Tamburrino – ma allo stesso tempo siamo convinti che possiamo farcela, utilizzando i nostri impiegati e i nostri Lsu; in questo modo potremo risparmiare una considerevole somma sia sui costi di gestione sia sui costi di approvvigionamento dell’acqua. Abbiamo già dato mandato al responsabile dell’ufficio, appena istituito nella pianta organica dell’ente, di verificare quale fornitore abbia il miglior rapporto fra prezzo della fornitura e qualità del servizio”.

Dopo una discussione molto accesa, la proposta è stata approvata con i soli voti della maggioranza, mentre la minoranza ha espresso parere contrario. Stesso destino per l’approvazione del conto consuntivo relativo all’anno 2010, mentre gli ultimi due punti all’ordine del giorno sono stati approvati all’unanimità: erano infatti argomenti che riguardavano tasse e imposte.

Innanzitutto, l’ente ha aderito all’iniziativa del Comune di San Cipriano d’Aversa contro il Consorzio di Bonifica del Bacino del Basso Volturno per contestare l’emissione di cartelle di pagamento per abitazioni che sono inserite nel perimetro urbano e che quindi non ricevono il servizio: l’idea è quindi di escludere tali abitazioni dal pagamento dei tributi di bonifica, proponendo alla Regione Campania di modificare la legge in tal senso.

Approvata, infine, la proroga del condono dei tributi locali (Ici, Tarsu e altre imposte minori), la cui scadenza slitta così dal 30 giugno al 31 dicembre. Fin da ora, l’ufficio tributi di piazza Marconi è a disposizione dei cittadini per il calcolo del condono, oltre che per il calcolo delle rate Imu.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico