Sant’Arpino

“Sulla tassa rifiuti la maggioranza sconfessa Di Santo”

 SANT’ARPINO. Una premessa è necessaria, prima di spiegare meglio al “bugiardo recidivo” e “interessato” quello che noi abbiamo detto e finge di non capire.

E, allora, si tenta di spostare il tema del confronto. Questo giochetto lo fa chi non ha più argomenti validi e deve raccontare solo bugie. Ma per fare bene il mestiere del bugiardo bisogna avere una buona memoria, se no si rischia che l’ultima bugia va in rotta di collisione con quella precedente.

Ed eccoci alla premessa: “AD” alias “Anonima Demenziale”, sprofondando nel ridicolo, ritiene che il Pd, con ben cinque Consiglieri Comunali, tutti identificabili, ed eletti sotto il simbolo del Partito Democratico, siano anonimi e abusivi. Così come ritiene anonimo ed abusivo un Movimento Politico Sant’Arpino “libera@democratica” registrato dal 1 giugno con atto n. 5369 serie 3′ presso “L’ Agenzia delle Entrate”- Direzione Provinciale di Caserta – Ufficio territoriale di Aversa.

Ma guarda un po’ chi ci fa la lezione! “Alleanza Democratica” alias “Anonima Demenziale” che non risulta mai costituita ufficialmente in quanto mai registrata fino a prova di falso, di cui non si conosce più la sua identità, che perde pezzi dopo pezzi e viene sostenuta da due falsi Pd.

Scipione l’Africano deve essere andato proprio alla testa e come si sa il gran caldo fa sragionare! Ma come si fa a confrontare dati improponibili e vecchi degli anni 2006/2007 con la precisa osservazione che noi abbiamo fatto? Si tratta di dati non solo anacronistici ma completamente inconsistenti, in quanto tutto il mondo è a conoscenza dell’annosa emergenza rifiuti di quegli anni.

Noi in quel volantino non abbiamo detto “panzane”, ma abbiamo scientificamente dimostrata la responsabilità di questa Giunta della mancata raccolta differenziata, rispetto al protocollo d’intesa sottoscritto dai 504 sindaci dei Comuni della Regione Campania e quindi anche da Di Santo. Tale protocollo indicava le percentuali da raggiungere nel 2010 pari al 35%, nel 2011pari al 50% e nel 2012 pari al 65%. Il mancato raggiungimento delle percentuali avrebbe comportato il conseguente aumento della Tassa dei rifiuti. E così è stato. Quindi, chiunque capirebbe che la colpa è della Giunta Di Santo. Solo AD alias “Anonima Demenziale” non è in condizione di comprendere! Nessuna risposta, solo “chiacchiere e distintivo” dagli “anonimi” e “interessati” estensori del volantino.

Sembra di stare su scherzi a parte, Come si fa a scrivere nel comunicato di AD alias “Anonima Demenziale”, testualmente, “Al contrario molti, se non tutti i comuni hanno dovuto aumentare del 60/70 ed anche del 100% la propria imposizione Tarsu”, quando appena alcuni giorni addietro con un “manifesto -avviso” a firma del Sindaco avevano sostenuto che la tassa T.AR.S.U./T.I.A. è di competenza delle Province! Cari Bugiardoni ,qual è la verità? Quella scritta nel “Manifesti-Avviso” ufficiale dell’Amministrazione Comunale oppure quella che scrive “AD” alias “Anonima Demenziale” nel volantino e che smentisce il Sindaco !?

Un’altra baggianata, i bugiardoni la scrivono quando tentano di confondere la questione della privatizzazione dell’ufficio tributi, dove noi diciamo una cosa diversa da quella che tentano di attribuirci per alzare polveroni!

Allora, cosa tentano di coprire? C’è qualche regia occulta? Interessi “terzi”?

Noi, ancora una volta, ribadiamo che con la privatizzazione dei tributi, a prescindere dall’aumento della tassa rifiuti, di cui siete responsabili e lo avete voi stessi confermato, avremo aumenti da “lacrime e sangue”quando i “predatori” non saranno più amministratori.

Infatti, lo dicono candidamente loro stessi, quando citano l’anno 2012 come l’anno della presunta riduzione. Sapete quando vi saranno notificate queste cartelle? Non prima dell’aprile 2014. Ma il problema serio è quel falso reiterato sull’obbligo di privatizzare. Ribadiamo “NON E’ VERO!” e sfidiamo il sindaco e i suoi consulenti, interni ed esterni, ad un confronto.

Ricordiamo, ancora una volta, ad AD alias “Anonima Demenziale” che gli aumenti della T.A.R.S.U./T.I.A. sono una cosa e gli aumenti per i costi di gestione dovuti alla privatizzazione dell’Ufficio tributi sono un’altra cosa (assunzione personale, costo nuovi uffici, guadagni della ditta privata ecc.). E, a tale proposito, perché in omaggio alla trasparenza non si pubblicano i nomi degli assunti? In modo che i santarpinesi si rendono conto se esista una commistione tra l’amministrazione ed altre “caste” di privilegiati! E soprattutto in questo modo il cittadino escluso può rendersi conto se c’è stata coerenza con le promesse fatte in campagna elettorale, circa l’impegno a non fare clientelismo e nepotismo.

Ma ci sarebbe un modo per verificare scientificamente,su tutte queste questioni, chi è il “bugiardo” e se tale strategia scelta da AD alias “Anonima Demenziale” obbedisca ad interessi e complicità più diffuse.

Accettare la proposta di fare un confronto pubblico, dove anche i cittadini possono chiedere chiarimenti al Sindaco, per verificare chi mente e chi fa gli interessi generali!

E se il Sindaco, si sente più sicuro e a suo agio, può convocare un nuovo Consiglio comunale aperto ai cittadini. Così potremo avere un confronto aperto e a più voci sulle varie questioni ambientali e il Sindaco potrà avere il conforto e l’assistenza dei propri uffici.

Noi verremo a sostenere quelle che la vostra incompetenza definisce “panzane” in forza di atti, provvedimenti, documenti e norme di leggi!

Movimento S.Arpino Libera e Democratica

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico