Santa Maria C. V. - San Tammaro

Munno al Pdl: “Ora basta”

Carmine MunnoSANTA MARIA CV. Gli esponenti del Pdl di Santa Maria Capua Vetere coprono di ridicolo il partito al quale appartengono e la loro credibilità è dimostrata, ormai da anni, dalle continue sconfitte elettorali, nonostante le quali hanno saputo sempre riciclarsi per tenere il pallino delle decisioni amministrative in mano.

La recente conferenza stampa del centrodestra sammaritano è stata l’ennesimo esempio di assoluta mancanza di argomenti, travisata sotto un profluvio di insulti, menzogne e falsità conclamate.
Come fanno a insistere sui 430 appartamenti nell’ex tabacchificio quando non se ne vede l’ombra? Come fanno a parlare di materia urbanistica quando le basi di gran parte delle magagne che ci troviamo costretti a gestire derivano proprio dal loro malgoverno? Come fanno a strumentalizzare la revoca di un assessore, tessendogli le lodi, per poi contraddirsi due minuti dopo e affermare che non è stato fatto nulla nel campo della cultura e della promozione del turismo?
Il Pdl di Santa Maria Capua Vetere ha poche idee e pure confuse. Non è in grado di articolare una critica costruttiva e minimamente sensata. E’ capace soltanto di mettere in moto una macchina del fango e dei veleni, che non contribuisce a risolvere nemmeno uno dei problemi di cui la città ha urgente bisogno di liberarsi.
Mi basterà ricordare ai cittadini sammaritani che, dal 2011 a oggi, quindi compresi cinque mesi di gestione commissariale, i permessi a costruire rilasciati sono stati 182 (118 nel 2011, 64 nel 2012) in gran parte riconducibili a sottotetti, manutenzioni e cambi di destinazione d’uso. I permessi di nuove costruzioni sono stati 13 nel 2011 e appena 5 nel 2012. Nessuna traccia di speculazione, nessuna traccia di cementificazione della città, fermo restando che si tratta sempre di atti tecnici che competono ai dirigenti e non alla politica. E, se qualcuno è a conoscenza di distorsioni e di indebite pressioni sull’apparato burocratico, denunci le violazioni alle autorità competenti, giacché la nostra trasparenza è assoluta e siamo totalmente fiduciosi nell’operato della magistratura e delle forze dell’ordine.
Quanto alla tanto sbandierata questione della Ramicaf, infine, devo forse ricordare che quel permesso fu rilasciato nel 2009?
Restano solo le parole vacue dell’opposizione. La realtà è che l’unica speculazione che si vede a Santa Maria Capua Vetere è quella di cui i consiglieri del Pdl sono protagonisti, propalando falsità e menzogne.
Carmine Munno
consigliere comunale del gruppo “I sammaritani”

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico