Santa Maria C. V. - San Tammaro

Mattucci al convegno Anci a Palermo

Dario MattucciSANTA
MARIA CV.

Il punto sui servizi pubblici locali a rilevanza economica è stato il tema del
meeting organizzato dall’Anci, Associazione nazionale dei Comuni d’Italia, e
svoltosi lo scorso weekend a Palermo, …

… al quale ha preso parte, in
rappresentanza della Città di Santa Maria Capua Vetere, il presidente del
consiglio comunale Dario Mattucci. Un’occasione di confronto tra i più giovani
amministratori locali di tutta Italia per discutere della gestione dei servizi
idrici, dei rifiuti e dei servizi alla persona, analizzando i rapporti tra enti pubblici, ambiti territoriali e
consorzi, alla presenza di autorevoli rappresentanti del governo, del mondo
accademico e finanziario.

Alla luce di quanto emerso dai tre giorni di lavori e
dall’analisi delle tabelle di valutazione, il Comune di Santa Maria Capua Vetere
si è mostrato, nell’ultimo anno, tra gli enti più virtuosi d’Italia, vantando
un bilancio in regola e avendo rispettato il patto di stabilità, a differenza
di un numero sempre più alto di Comuni costretti a sforamenti o, addirittura, a
dichiarazioni di dissesto.

Nell’ultimo mese la percentuale di raccolta
differenziata del Comune sammaritano è stata prossima al 50%, nettamente
superiore alla media nazionale e regionale, così come va registrata una
crescita notevole nell’attività di gestione del servizio idrico, dove sono
stati risparmiati 4 milioni di euro nella depurazione ed altri costi saranno
abbattuti nei prossimi anni grazie ad un recente lavoro di ricalcolo e di
razionalizzazione, addirittura preso ad esempio dalla Regione Campania.

Pronto
anche il nuovo regolamento del servizio idrico, tra i più innovativi e
all’avanguardia, che sostituirà il vigente regolamento, risalente al 1988;
contestualmente è stato predisposto un innovativo modello matematico per la
determinazione della tariffa idrica, da determinare secondo il principio di
integrale copertura dei costi di gestione. Apprezzate anche, nel tavolo delle
buone pratiche, le iniziative del nostro Comune per la programmazione delle
case dell’acqua, nell’ambito dell’adesione al progetto “Rifiuti zero 2020”.

“Conoscere
la realtà degli altri Comuni italiani – dichiara Mattucci – consente di
evidenziare il reale stato di salute della nostra città, che dimostra di essere
ben attrezzata, in termini di programmazione e di servizi. Comuni come Roma o
Prato, per citare due diverse ed importanti realtà, sono ben al di sotto delle
nostre percentuali di raccolta differenziata, mentre molti Comuni ne hanno
avviato la sperimentazione solo da pochi mesi. I risultati che stiamo ottenendo
nella razionalizzazione della spesa e nella programmazione soprattutto del
servizio idrico rappresentano un’interessante inversione di tendenza, che
lanciano Santa Maria Capua Vetere tra i comuni virtuosi; questo deve renderci
tutti consapevoli del buon lavoro che si sta svolgendo, grazie anche
all’oculata gestione finanziaria di un ente che riesce a rispettare vincoli e
parametri di legge, pur in una congiuntura economica generale non certo
favorevole”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico