Italia

La pazza idea di Silvio: “Stampiamo euro con la nostra zecca”

Silvio Berlusconi MILANO.“Dobbiamo andare in Europa a dire con forza che la Bce deve iniziare a stampare moneta”,altrimenti “cominciamo a stampare euro noi con la nostra Zecca”.

CosìSilvio Berlusconi dall’assemblea dei gruppi del Pdl. Durante l’evento, per presenziare al quale ha disertato l’udienza del processo Ruby al tribunale di Milano, l’ex premier, ha parlato di una situazione economico-sociale che vede la gente “sfiduciata”, addirittura “sotto choc” per come viene descritto il futuro, “in modo oscuro”.

Per quanto riguarda la gestione del Pdl, che vive momenti di oggettiva difficoltà, dopo l’avvio del governo tecnico e la sconfitta elettorale alle amministrative, Berlusconi ha chiarito: “Sono a disposizione del partito non come candidato premier o presidente della Repubblica né come centravanti né come contrattacco, ma come allenatore”.Da quiun invito all’unità: “Dobbiamo essere monolitici, non lasciarci andare a dichiarazioni di dubbio sulla nostra formazione politica in un momento così delicato. O si sta insieme o perdiamo”.

Il Cavaliere è tornatopoi sulla necessità di affrontare una riforma che riguardi l’architettura istituzionale dell’Italia, ovvero la proposta del presidenzialismo già lanciata nei giorni scorsi: “Bisogna avere la consapevolezza che il Paese così è ingovernabile e lo dimostrano i 56 governi che ci hanno preceduto, durati in media 11 mesi”. “Il governo non può revocare un ministro – sottolinea ancora Berlusconi – e il premier non ha potere di nomina, è tutto delegato al Presidente della Repubblica o ai presidenti delle due Camere o all’Aula”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico