Home

Euro2012: Spagna vince e non convince, ma è finale

 E’ una Spagna irriconoscibile quella che scende in campo alla “Donbass Arena” per affrontare la rivelazione Portogallo, nella prima semifinale di Euro 2012 in Polonia ed Ucraina.

Gli uomini di Del Bosque sono parsi abbastanza appesantiti in campo ed evidentemente sofferenti sulla linea mediana per l’assenza iniziale di Fabregas, a cui è stato preferito Negredo. Le “Furie Rosse” hanno sofferto la vivacità e la volontà di fare dei lusitani capeggiati, come sempre, dal talento del Real Madrid Critiano Ronaldo, autore, ancora una volta, di una prova nettamente eccellente.

Delle poche azioni della prima frazione c’è da sottolineare comunque il tentativo di Iniesta, il cui tiro a giro termina di poco sul fondo. Ma la voce spagnola è tutta qui ed i portoghesi premono costantemente sfiorando, nel secondo tempo, di andare in vantaggio grazie alle punizioni di Ronaldo ed alla precisione di Almeida su cui serve l’intervento di Casillas. Nel finale i lusitani avrebbero l’occasione della vita ma il contropiede impostato da 4 giocatori contro i soli 2 spagnoli, viene sprecato dall’onnipresente Ronaldo. Terminano così i tempi regolamentari sullo 0-0.

I tempi supplementari sono dominati dalla stanchezza e soprattutto dalla paura dei portoghesi di ricevere qualche cartellino giallo di troppo, visto che i 4 difensori sono già ammoniti. Pedro e Navas entrano per svegliare la Spagna e sul secondo Rui Patricio deve fare un vero e proprio miracolo. La sfida tutta iberica deve essere decisa ai rigori.

Ronaldo suggerisce a Rui Patricio dove buttarsi per parare il rigore a Xabi Alonso : il centrocampista mira a destra, l’estremo difensore ci arriva. Moutinho è il primo portoghese ma anche lui sbaglia, Iniesta è impeccabile come Pepe e Piquè. Nani tiene alto l’onore della sua squadra, Ramos risponde con un cucchiao alla Pirlo contro l’Inghilterra. Il momento decisivo vede sul dischetto Alves che spara sulla traversa. A Fabregas l’onore di insaccare il rigore che vale la finale.

Del Bosque è orgoglioso dei suoi: “Siamo molto felici, la squadra ha compiuto uno sforzo straordinario stasera . La partita è stata molto equilibrata, soprattutto nei tempi regolamentari. Nei supplementari, invece, siamo stati più attivi in fase offensiva. Credo che siamo stati leggermente superiori al Portogallo. E’ stata una gara molto controllata, abbiamo concesso poco malgradoRonaldorappresenti sempre una minaccia. La squadra ha messo in campo grande generosità, sono soddisfatto di questo fantastico gruppo. Sul cucchiaio di Sergio Ramos Il portiere aveva già scelto un lato, credo abbia optato per la soluzione migliore”. Italia o Germania? Chi preferisce il tecnico spagnolo?: “Per me è uguale. Noi il nostro dovere l’abbiamo compiuto. Speriamo che vada tutto per il verso giusto anche domenica”.

Di tutt’altro umore Bento: “Abbiamo fatto unEuropeostraordinario, incontrando sul nostro cammino sempre delle grandi squadre. Adesso sono felici loro, noi continueremo a lottare per il nostro onore. Abbiamo giocato bene, senza correre rischi e creando delle buone occasioni. Il fattore fortuna, però, è venuto incontro alla Spagna”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico