Home

Euro2012, Prandelli: “Grande cuore Italia!”

CassanoE’ un Cesare Prandelli euforico quello che si presenta dinanzi ai microfoni al termine del trionfo azzurro contro l’Irlanda del Nord di Giovanni Trapattoni.

Erano troppe le pressioni che l’ambiente azzurro percepiva prima della gara partendo dall’ipotetico “biscotto” tra Spagna e Croazia, passando per un modulo da ricostruire (da 3 in difesa a 4) senza poi dimenticare il fantasma del calcioscommesse che continua ad aleggiare indisturbato nella realtà quotidiana di alcuni protagonisti azzurri.

Prandelli ha voluto sottolineare il cuore di questa nazionale che si è innalzato sopra ogni cosa: “E’ stata una vittoria del cuore più che della qualità e della tecnica. E’ stata una partita difficile contro una squadra ed un pubblico meraviglioso. Abbiamo sofferto ma ce l’abbiamo fatta”. Dall’Ucraina verrà il nome della nazionale che affronterà l’11 azzurro ai quarti: “Noi dobbiamo pensare che la prossima partita sarà una partita come questa: dobbiamo mettere cuore e generosità come hanno fatto questi ragazzi questa sera. Io faccio promesse che cercheremo di costruire gioco come questa sera quando la squadra avversaria ci ha permesso di giocare. Abbiamo creato tanto anche questa sera e speriamo di farlo anche in Ucraina”.

Anche Buffon è parso visibilmente contento del risultato conseguito dell’Italia: “Ho vissuto quattro giorni sereno, con l’unica preoccupazione della nostra partita, perchè pensavo che gli spagnoli avrebbero fatto quello che alla fine hanno fatto. Un grande grazie va anche a loro e, come dissi quattro anni fa all’Olanda che vinse anche se non ne aveva bisogno e ci fece qualificare, avranno sempre un bonus con loro perchè certe cose non vanno scordate”.

L’estremo difensore della Juventus ha fatto un vero e proprio miracolo sulla punizione di Andrews a dieci minuti dalla fine: “Ho fatto due interventi su due tiri insidiosi del loro centrocampista che calciava molto bene ma l’importante era vincere. Comunque voglio anche dire che fino ad oggi abbiamo avuto un grande merito ed anche un grande demerito: facciamo diventare le partite molto equilibrate e questo va bene quando giochi con le forti, ma non con le meno forti. Vorresti un po’ più di cinismo come questa sera”.

Il portierone già è concentrato sui quarti: “La qualificazione ai quarti era l’obiettivo minimo che avevamo previsto. Ora probabilmente affronteremo la Francia, l’Inghilterra oppure l’Ucraina, non si sa. Ma visto che siamo arrivati fino a qui proviamo a sporgerci un po’ oltre”.

I goal di Cassano e Balotelli sono risultati decisivi “E’ un grandissimo segnale, perchè alla fine avevamo bisogno di loro e in queste due partite avevano fatto due ottime gare ma non eranoriusciti a segnare e questa sera con le loro due reti tutto è stato più semplice”.

Cassano è stato premiato come miglior giocatore del match. Il barese però scherza sul premio ricevuto e pone in primo piano la casa azzurra: “L’importante questa sera non era il premio, ma la vittoria della squadra e la qualificazione. E’ questo che stasera ci rende tutti molto felici”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico