Gricignano

Raccolta rifiuti bloccata: LiberaG e Csc scrivono alla commissione

  GRICIGNANO. Libera Gricignano e il Circolo Politico Culturale inviano una nuova richiesta alla commissione straordinaria per ottenere chiarimenti su raccolta rifiuti solidi urbani.

Raccolta ferma da giorni a causa dello sciopero degli operatori ecologici che da mesi non percepisco lo stipendio e che ha provocato anche la protesta dei cittadini, i quali l’altro giorno hanno sparso per strada i sacchetti dell’immondizia, bloccando il traffico stradale.

“Per l’ennesima volta – scrivono i due sodalizi – siamo costretti a fare da portavoce dei cittadini per i disservizi della raccolta dei rifiuti che si protrae ormai da oltre un mese. Chiediamo alla commissione di adottare, con estrema urgenza, gli opportuni provvedimenti al fine di evitare l’insorgere di problemi alla salute pubblica considerato anche il caldo afoso che in questi giorni ha raggiunto temperature elevatissime. Prendiamo atto e siamo solidali con i lavoratori, in agitazione per la mancata corresponsione degli stipendi da parte del Consorzio unico di bacino, e chiediamo alla commissione di farsi interprete nei confronti del consorzio affinché provveda con sollecitudine a corrispondere le retribuzioni spettanti ai lavoratori che, se garantiti, siamo certi, ritornerebbero al loro lavoro regolarmente”.

“Quanto sta accadendo in questi giorni – continua LiberaG e Csc – sta, inoltre, scoraggiando i cittadini alla raccolta differenziata ed il nostro comune, dai dati pubblicati dagli organismi regionali, nel 2011 si è attestato ad un misero 4% e ciò comporterà una penale che graverà, come sempre, sui cittadini che si vedranno aumentare la tassa sui rifiuti già di per sé più che esosa”.

I due circoli concludono: “Confidiamo nella sensibilità della commissione per porre fine il più presto possibile a tali inconvenienti che stanno generando malcontento diffuso tra tutti i cittadini di Gricignano che, nonostante tutto, dimostrano sensibilità continuando a differenziare i rifiuti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico