Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Rifiuti, comitato UpC: “Situazione allarmante”

 CASAPESENNA. Il problema dei rifiuti abbandonati sul territorio di Casapesenna, compreso quello sulla variante per San Cipriano d’Aversa, non solo è tutt’ora presente ma è diventato ancor più allarmante.

L’abbandono ciclico continua e nulla nel frattempo è stato fatto. Cosa ancor più allarmante è che le poche voci che si erano alzate dal coro silenzioso si sono quasi del tutto azzittite. Nessuno o quasi nessuno denuncia la situazione. La gravità maggiore discende anche dalla natura dei rifiuti bruciati che prima potevano essere qualificati come semplici e che ora son diventati speciali, vista la natura di ciò che viene bruciato senza ritegno alcuno.

La circostanza che i rifiuti siano diventati speciali, non farebbe altro che confermare il timore di quanti, tra cui “Uniti per Casapesenna”, temevano che di rifiuti speciali si potesse parlare. Infatti, la presenza di tale categoria consentirebbe di rimpinguare ulteriormente le casse di quanti dovranno poi procedere all’eventuale ripulitura nonché bonifica della zona.

Si spera che chi di dovere tenga gli occhi aperti su tale incresciosa vicenda al fine di evitare le solite situazioni ed il solito mercimonio a scapito della salute dei cittadini. Upc propone una raccolta delle firme sostenuta da tutte le associazioni e pure dai partiti da presentare alle istituzioni, al fine di sensibilizzare e di porre in allarme chi deve vigilare sul territorio e su quanto di scellerato vi accade. Speriamo che il nostro grido di allarme diventi la voce di quanti intendono reagire allo stato attuale delle cose, di quanti danno un valore alla propria salute e di quella globale.

Lottando insieme ed uniti le nostre richieste potranno diventare normali e lecite esigenze da soddisfare anziché insorgenze eccezionali da fronteggiare. Restare in silenzio a guardare non facciamo altro ché continuare a danneggiare il futuro dei nostri figli partecipando alla colpevolezza di quanti già hanno partecipato in passato e continuano a partecipare in affare.

E veramente impossibile accettare una situazione del genere, è impossibile sentire ancora oggi false ideologie da chi dice di amare il proprio territorio per pubblicizzarsi per poi adoperare la propria bandiera solo per interessi personali di pochi, facendo credere di portare avanti falsi progetti di legalità.

Upc chiede a tutti coloro che veramente amano questo territorio di fare un passo avanti per una lotta comune costringendo chi di falso profeta si mostra di fare un passo indietro evitando così di portare altri danni al nostro paese facendolo solo discriminare da persone che non conosce questa comunità solo per una gloria personale sia di nome sia di tasca, i casapennesi non hanno bisogno di queste persone.

IlComitato “Uniti per Casapesenna”

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico