Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Dissesto finanziario, il Coordinamento Riscatto incontra la commissione

 CASAL DI PRINCIPE. Nella casa comunale di Casal di Principe si è svolta una riunione, durata circa due ore, tra una delegazione del “Coordinamento per il Riscatto” ed i componenti sia della commissione straordinaria che della commissione per il dissesto di Casal di Principe.

Durante la riunione il Coordinamento ha, per l’ennesima volta, evidenziato la necessità, prima di richiedere i canoni idrici alla cittadinanza, di procedere ad una verifica delle strade e delle località che sono, effettivamente, raggiunte dalla rete idrica e dell’efficienza della stessa per evitare di far pagare tributi anche ai cittadini che non usufruiscono di tale servizio.

A dimostrazione della volontà del Coordinamento e degli amministratori di giungere ad una soluzione condivisa del problema, le parti si sono date appuntamento per il 18 giugno per analizzare i dati raccolti e confrontarli con quelli in possesso del comune, poi si procederà agli sgravi in favore di che ne ha diritto evitando in tal modo il ripetersi di un’ingiustizia fiscale che si protrae da anni.

La delegazione ha inoltre sottolineato la necessità di verificare l’efficienza della raccolta dei rifiuti, palesemente carente, e di provvedere a penali contro il Consorzio incaricato di tale servizio perché in tal modo la cittadinanza pagherà una Tarsu inferiore. I componenti della commissione per il dissesto e la delegazione del Coordinamento hanno analizzato le varie ipotesi tendenti ad ottenere le dovute riduzioni dei debiti comunali, ammontanti a 20 milioni di euro alla data del 31 dicembre 2010 per garantire alla cittadinanza una riduzione della pressione fiscale che, vista l’assenza di lavoro e di valide prospettive per il futuro, oggi, ha raggiunto un livello eccessivo.

Il Coordinamento ha invitato la commissione per il dissesto ad attivarsi per ottenere una riduzione del debito accumulato per i canoni idrici che sono stati calcolati in modo eccessivo per mancati e/o adeguati controlli da parte degli organi competenti.

Durante l’incontro è stata ribadita la necessità di far ripartire in modo efficiente la macchina amministrativa portando a compimento, nel più breve tempo possibile, l’approvazione del Puc e delle numerose opere pubbliche sospese da molto tempo, molte delle quali sono state già finanziate perché, in tal modo, si riuscirà a garantire lavoro a tutti quei cittadini che sono disoccupati da molto tempo e sono, oggettivamente, impossibilitati, loro malgrado, a pagare le tasse ed i tributi che vengono richiesti, seppur per servizi forniti in maniera inadeguata.

Il Coordinamento, per informare la popolazione delle iniziative che sta portando avanti, ha fissato per domenica 10 giugno, alle ore 10, un comizio in piazza San Rocco, a Casal di Principe.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico