Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casapesenna, il Parco della Legalità nel degrado

 CASAPESENNA. “Uniti per Casapesenna”, dopo aver rappresentato alla commissione straordinaria alcune questioni, dalla messa in sicurezza delle strade cittadine, all’abbandono del Parco della Legalità, …

… si è recato di nuovo al Comune nei giorni scorsi per depositare una relazione fotografica che comprova tali problematiche. Dal colloquio intercorso con i commissari, si è avuta la massima disponibilità a realizzare interventi urgenti, tenendo comunque presente i vincoli di bilancio e la grave situazione economica in cui versa il Comune.

“Dalla prossima settimana – fanno sapere dal comitato – ci hanno invitato ad aprire un tavolo di programmazione con il nuovo responsabile del procedimento”. A quest’ultimo i rappresentanti del sodalizio hanno mostrato lo stato precario in cui versa il Parco della Legalità, portato a quelle condizioni non solo per colpa di quei pochi cittadini incivili ché hanno contribuito al degrado dell’area, ma soprattutto al mancato controllo delle istituzioni. “Solo ora, – dicono dal comitato – dopo le nostre iniziative alcuni hanno riscoperto, chissà come mai, l’amore per questo territorio. Tuttavia, era questo il nostro obiettivo principale, quello di sensibilizzare tutti e soprattutto la politica ché in questo momento è latitante. Ma l’impegno da parte di tutti deve essere assolutamente solo per il bene del paese e non, come per parecchi, per il solito obiettivo del protagonismo mirato a racimolare voti in futuro. Questa sarebbe una sconfitta ancora più grave per il nostro territorio”.

Il comitato ha chiesto anche di sollecitare l’impresa appaltatrice del secondo lotto ad iniziare i lavori. Inoltre, ha illustrato la situazione dei rifiuti sulla Variante, dopo il rogo dell’altro giorno. I rappresentanti della prefettura si sono impegnati ad aprire un tavolo di discussione con la commissione di San Cipriano d’Aversa per trovare un impegno comune per risolvere il problema. Secondo il comitato, dietro certi episodi potrebbe esserci “la mano di chi ha interesse per la bonifica, quindi occorrerà una massima vigilanza sull’esecuzione di determinati lavori di rimozione dei rifiuti”.

clicca per ingrandire

“L’impegno deve essere quotidiano, – continuano dal comitato – il richiamo delle istituzioni alla realizzazione di quanto necessario per una vivibilità concreta deve essere continuo al fine di far comprendere che ci siamo quali cittadini del nostro territorio. ‘Uniti per Casapesenna’, con tutti i suoi componenti, cerca ogni giorno di individuare i problemi e trovare una soluzione. Bisogna partire dalle piccole problematiche quotidiane per poi giungere alla soluzione dei problemi di maggior rilevanza. Il senso civico e il rispetto per il territorio deve imporci una maggiore coscienza sociale al fine di garantire ai nostri figli una realtà diversa. L’errore più grande che si possa mai fare è quello di pensare di non avere idee per il nostro territorio. Tutti possiamo dare un contributo. Da evitare è solo il contributo o il gesto di chi abbia una finalità personale o l’intervento di coloro che, ancora oggi, dopo ché hanno perso credibilità, pensano di poter conquistare una preferenza elettorale attraverso l’attivismo fine a se stesso e realizzato, guarda caso, poco prima delle elezioni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico