Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casapesenna, il comitato UpC promuove “La voce del cittadino”

Uniti per CasapesennaCASAPESENNA. Il comitato “Uniti per Casapesenna”, nell’incontro avuto con la commissione, ha anche rappresentato lo stato della piazza comunale che versava in uno stato di quasi abbandono.

“Una situazione – spiegano dal comitato – mai verificatasi durante la precedente amministrazione, dove erano gli Lsu ad essere incaricati di provvedere alla pulizia della stessa nonché alla manutenzione ordinaria. Ebbene, dopo l’intervento del Comitato, si è appurato con soddisfazione dell’intervento di lavoratori socialmente utili che hanno ripulito la piazza dalle erbacce ed hanno ristabilito la pulizia in quella che dovrebbe/deve essere il biglietto d’ingresso del nostro paese”.

Al contempo, oltre alla soddisfazione per la risoluzione di questa problematica, per il comitato è doveroso far rilevare “la celerità con cui l’attuale gestione prefettizia riesce a venire incontro alle piccole che le vengono poste quotidianamente”.

Proprio in relazione alla necessità di dar voce a tutti coloro che possano vivere una piccola o grande problematica quotidiana, il comitato annuncia di aver realizzato, presso la propria sede, in via Marconi 54, uno spazio, che loro amano definire ‘La voce del cittadino’, dedicato alle richieste di intervento ed alla rilevazione di eventuali problematiche, di qualunque natura, che il cittadino dovesse incontrare nella sua vita quotidiana, dove il singolo o un gruppo può avanzare una richiesta di intervento da parte del Comitato o può avanzare proposte a cui dare voce ed attuazione.

Inoltre, al fine di garantire la privacy e di dare la possibilità a chiunque di denunciare eventuali irregolarità, presso la sede del comitato è stato allestito un ambiente dove il cittadino potrà, in piena riservatezza, compilare un format (modulo prestampato) in cui indicare la problematica riscontrata e l’eventuale proposta per risolverla. La richiesta potrà essere anche anonima o sottoscritta dal suo autore. In seguito alla ricezione della proposta o della denuncia di una problematica, il Comitato – naturalmente in modo del tutto gratuito – attraverso i propri componenti ed il proprio consulente legale, provvederà ad intervenire presso le istituzioni al fine di tentare una risoluzione rapida della vicenda denunciata e descritta dal cittadino.

“Il nostro scopo – affermano dal sodalizio – è sì risolvere i problemi ma, soprattutto, far capire quando un diritto è stato leso e dare, per il futuro, al singolo gli strumenti informativi per tutelare le proprie pretese”.

“Auspichiamo di stuzzicare e di invogliare la partecipazione del cittadino. – concludono – La speranza più grande è che i tanti che sperano in una sonnolenza partecipativa capiscano che i cittadini ci sono, che i cittadini vedono e sanno capire/interpretare quando qualcosa viene pubblicizzato o sponsorizzato solo per fini propagandistici, per ‘far vedere’ e, quindi, per apparenza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico