Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Aiutarono il boss Iovine: in arresto intera famiglia

Antonio IovineCASAL DI PRINCIPE. Una intera famiglia è finita in carcere con l’accusa di aver favorito la latitanza del superboss dei casalesi Antonio Iovine, storica primula rossa del clan, arrestato il 17 novembre del 2010.

Si tratta di Angelo Borrata, di Casal di Principe (Caserta), 45 anni, di sua moglie Angelina Manfredi, 43 anni, della figlia Maria Borrata, 24enne, e della nipote Benedetta Borrata, 23 anni. Secondo gli elementi raccolti dalla Dda di Napoli, i Borrata si incontravano periodicamente con Iovine, lo ospitavano nelle proprie abitazioni, provvedevano alle sue esigenze, consentendogli così di continuare a esercitare la sua influenza criminale.

Iovine, latitante dal 1995, fu arrestato proprio nell’abitazione di uno dei Borrata, Marco, padre di Benedetta, per il quale si era proceduto subito all’arresto. L’uomo è stato già condannato a quattro anni e otto mesi di carcere. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico dei suoi familiari sono state eseguite dalla squadra mobile di Napoli in collaborazione con quella di Caserta.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, abbattimento di pini a rischio nel Parco Pozzi https://t.co/mZ8pTOuGtU

70 anni Dichiarazione Diritti dell’Uomo: a Napoli unica tappa italiana di Human Rights Film https://t.co/zIRfdYatjr

Liberato, in migliaia acclamano il rapper senza volto https://t.co/JvAHFfXVtL

Napoli - Liberato, in migliaia acclamano il rapper senza volto (10.05.18) https://t.co/afciQg3PvQ

Condividi con un amico