Campania

Armi, doppio blitz nel Casertano: sequestrate 7 pistole e mille cartucce

 CASERTA. I carabinieri del nucleo investigativo di Casertano hanno tratto in arresto due uomini per detenzione illegale di armi, sequestrando complessivamente sette pistole e mille cartucce.

A Villa di Briano è finito in manette Antonio Campaniello, 35 anni, del posto. Nella sua abitazione sono stati rinvenuti: una pistola semiautomatica marca “Cz” calibro 9×21 modello 75b (arma da guerra), contenente caricatore inserito con 15 cartucce, occultata all’interno della lavatrice; 759 proiettili per pistola vario calibro; 30 cartucce a pallettoni per fucile calibro 12; attrezzatura varia per la pulizia e la manutenzione delle armi. Poi, all’interno del suo deposito di materiale edile: una pistola a tamburo marca “Smith&Wesson” calibro 357 magnum, matricola parziale b19 e rimanenti numeri abrasi; una pistola a tamburo marca “Smith&Wesson” calibro 357 magnum, con matricola abrasa; una pistola a tamburo marca “H.Welhrauch-Mellrichstadt” calibro 357 magnum, con matricola abrasa; una pistola semiautomatica marca “Browning’s” con matricola abrasa, contenente caricatore inserito con 8 cartucce calibro 7,65; una pistola semiautomatica marca “Browning’s” con matricola abrasa, contenente caricatore inserito con 13 cartucce calibro 9×21; 122 proiettili per pistola vario calibro; 2 cartucce a palla singola per fucile calibro 12; tre serbatoi per pistola; un giubbotto antiproiettile completo di custodia.

A San Marcellino è stato invece arrestato Angelo Cantile, 68 anni, nella cui abitazione i militari hanno trovato una pistola semiautomatica marca “Beretta” calibro 7,65, contenente un caricatore con sette cartucce, occultata nella parte superiore di un forno in muratura. Entrambi sono stati associati al carcere di Santa Maria Capua Vetere.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico