Villa Literno

Concessioni edilizie illegittime: sequestrati caseificio e bar

 VILLA LITERNO. Gli agenti del posto fisso operativo di Casapesenna, su disposizione della procura di Santa Maria Capua Vetere, hanno eseguito il sequestro preventivo del caseificio “Santa Rita” e del bar “Rita Blu”, in via Santa Maria a Cubito, a Villa Literno.

Il caseificio è di proprietà del fratello di Salvatore Nobis, detto “Scintill”, quest’ultimo ritenuto elemento di spicco del clan dei casalesi. Dai controlli è emerso che il rilascio della concessione edilizia del 19 luglio 2002 e dei permessi a costruire del 23 giugno 2005, 25 febbraio 2008 e 9 giugno 2010, risultano in violazione di norme e regolamenti edilizi, dunque illegittimi. Il sequestro preventivo è stato operato su tutti i manufatti, tranne per quello costruito col permesso del 2002 poiché, pur essendo riconosciuto l’illegittimo rilascio, è sopraggiunta la prescrizione.

L’operazione è stata segnalata all’area tecnica del Comune di Villa Literno e all’As, per l’eventuale revoca dei permessi a costruire. Al fratello di Nobis e ad alcuni tecnici ed ex dirigenti dell’ufficio tecnico del Comune di Villa Literno sono stati notificati avvisi di garanzia relativi a reati in materia edilizia.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

"BaccalàRe", gastronomia e spettacolo sul Lungomare di Napoli - https://t.co/Xs8wBlJwPT

Furti d'auto in Irpinia: sgominata la banda delle Panda - https://t.co/ZOeGUbrNva

Casapesenna, Raffaella Zagaria respinge le accuse: "Sono da anni indipendente dal Pd locale" - https://t.co/m6QB3uKDet

"Quattro pizze per quattro palazzi": gastronomia e cultura a Frattamaggiore - https://t.co/Dr0jK1Yg1r

Condividi con un amico