Succivo

“Volumi”, al via attività musicali e audiovisive

Antonietta de Lillo SUCCIVO. Il 24 maggio si è dato il via alle attività musicali e di linguaggio audiovisivo proposte dalle associazioni Aspro Cuore e Ambaradam nell’ambito del progetto Volumi, …

… sostenuto da Fondazione Con il Sud e Fondazione Vodafone Italia e promosso dall’iniziativa Biblioteche e Coesione Sociale 2011. Le attività laboratoriali, completamente gratuite, sono una grande opportunità per chiunque voglia approcciarsi all’ambito musicale e a quello cinematografico ma anche per chi non è nuovo a queste tematiche e voglia approfondire le proprie conoscenze.

Il Corso di linguaggio Audiovisivo, gestito dall’associazione di promozione sociale “Ambaradam”, è strutturato in tre moduli di 40 ore ciascuno: linguaggio multimediale per la produzione di un corto fiction, videoclip , documentaristica. I corsi si terranno ogni giovedì, dalle 18.30 alle 20.30, e permetteranno di padroneggiare gli elementi linguistici del cinema e della televisione in modo da favorire lo sviluppo di capacità critiche e realizzare prodotti audiovisivi rivolti alla promozione della legalità e alla civile convivenza.

L’associazione per la promozione della cultura e l’organizzazione di eventi “Aspro Cuore” organizza Laboratori Musicali divisi in tre moduli: musica d’insieme, seminari chitarristici, composizione di musica per videogame. Il laboratorio di musica d’insieme – che si svolgerà ogni venerdì di giugno e luglio, dalle 18.30 alle 20.30, – consiste in 10 incontri durante i quali i partecipanti, seguiti da docenti esperti, suoneranno i brani proposti da questi ultimi ed approfondiranno alcune tematiche tecniche quali l’armonia del brano, gli aspetti ritmici, la struttura, l’improvvisazione, l’interplay, le dinamiche, l’arrangiamento.

Inoltre, in uno degli incontri gli allievi si confronteranno con un critico musicale che spiegherà loro come preparare una campagna promozionale per la propria band. Oltre ad offrire un momento di approfondimento tecnico, il corso si propone di creare un circuito di giovani musicisti che possano scambiarsi esperienze e formare nuove band. I laboratori prevedono seminari con personaggi noti al mondo del cinema e della musica.

Il primo incontro ha visto la partecipazione di Antonietta de Lillo (nella foto), grande regista italiana che, fra gli Anni Ottanta e Duemila, ha conquistato la critica cinematografica italiana con il suo talento, il suo spirito culturale e un nuovo modo di raccontare Napoli. Figura di spicco nel panorama cinematografico italiano contemporaneo, è rimasta nel cuore degli amanti della poesia nostrana per il bellissimo ritratto che fece alla poetessa Alda Merini e alla sua storia nel suo documentario “Ogni sedia ha un suo rumore”.

Premio Fedic nel ’95 alla Mostra internazionale del cinema di Venezia con “I racconti di Vittoria”, David di Donatello e candidata a 5 Nastri d’Argento nel 2004 con “Il resto di Niente”. E’ stata sua la prima lezione del Laboratorio Audiovisivo, lo scorso 25 Maggio. Un momento di arricchimento culturale e approfondimento tecnico per quanto riguarda il mondo cinematografico. Il 24 maggio, il rapper napoletano Uomodisu ha aperto invece il Laboratorio Musicale per la sezione musica d’insieme e per l’occasione ha eseguito alcuni brani del suo repertorio, presentando un nuovo progetto di musica strumentale.

I primi di una serie di incontri che fanno entrare Volumi nel vivo e nel pieno spirito del progetto e rilanciano la Casa delle Arti come punto di riferimento culturale dell’area atellana.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico