Sessa Aurunca - Cellole

In Spagna con “Intercultura”: studentessa vince borsa di studio

Rosanna FredaSESSA AURUNCA. Si terrà giovedì 31 maggio, all’Istituto scolastico “Taddeo da Sessa”, in viale Trieste 99, a Sessa Aurunca, la cerimonia di premiazione della vincitrice della borsa di studio “Intercultura e Legalità” in memoria del dottor Giuseppe Mascolo, …

… grazie alla quale una studentessa cellolese potrà partecipare ad un programma di studio trimestrale in Spagna con Intercultura. Questa borsa è stata fortemente voluta da Luigi Mascolo, in ricordo del padre, vittima di camorra, e dalla Fondazione Intercultura non solo per onorare la memoria di Giuseppe Mascolo ma anche per insegnare ai giovani l’impegno per la legalità.

A sostenere questa idea, ci sono i rappresentanti delle istituzioni del Comune di Sessa Aurunca che credono che la lotta alla camorra parta dai giovani e ai giovani deve offrire nuove opportunità. La borsa di studio, riservata ad uno studente particolarmente meritevole e frequentante le classi terze delle scuole secondarie superiori del territorio, è stata vinta dalla studentessa dell’Isiss, Rosanna Freda. La giovane partirà per tre mesi alla volta della Spagna e avrà la possibilità, a fine programma, di incontrare a Bruxelles tutti gli studenti ospiti in Europa, per un confronto tra cittadini europei. Rosanna ritirerà la pergamena di premiazione alla presenza del sindaco di Sessa Aurunca, Luigi Tommasino, dell’assessore Italo Calenzo e del dottor Luigi Mascolo.

A fare gli onori di casa sarà il dirigente scolastico dell’Isiss, Marina Campanile, insieme agli insegnanti dell’Istituto e i compagni di scuola. Seconda la preside “per un giovane è un’esperienza unica, che mette alla prova le risorse cognitive, affettive e relazionali, che ri-configura valori, identità, comportamenti e apprendimenti”. Infatti, imparare a leggere e ad utilizzare altri codici, saper riconoscere regole e principi diversi, e a orientarsi fuori dal proprio ambiente umano e sociale utilizzando “le mappe” di una cultura altra, non è affatto semplice, esige un impegno che va molto oltre quello richiesto dalla frequenza di un periodo di studio normale: al centro di un’esperienza di questo tipo c’è lo sviluppo di competenze interculturali, ma occorre mettere in evidenza che sono in gioco anche altri apprendimenti: tutti quelli richiesti dall’Europa della conoscenza.

Per Intercultura saranno presenti: Angela Piccinini del consiglio d’amministrazione dell’associazione, Marco Alfieri, presidente del Centro locale di Caserta e Fernanda Esposito, referente regionale per il sud ovest del settore scuola.

“Questa borsa di studio – spiega ancora la preside Campanile – è un gesto concreto per sostenere i valori della legalità, l’esperienza di studio all’estero significa confrontarsi con gli altri, uscire dal proprio guscio e affrontare con responsabilità cose nuove, esperienze che incideranno nel tessuto urbano, coinvolgeranno i giovani, sollecitando il senso di appartenenza alle Istituzioni e quindi alle regole”.

Per maggiori informazioni sull’evento e sulle attività di Intercultura è possibile visitare il sito dell’associazione all’indirizzo www.intercultura.it

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico