Sant’Arpino

“Scatti di Casatiello”, mostra fotografica di Della Rossa

SANT’ARPINO.

A Sant’Arpino, folla delle grandi occasioni per l’inaugurazione della mostra fotografica di Salvatore Della Rossa dal titolo “Scatti di Casatiello”.

L’iniziativa è promossa dalla Pro Loco della cittadina atellana in occasione del ventennale della sagra del prelibato rustico simbolo della tradizione gastronomica partenopea. All’inaugurazione, oltre al presidente della Pro Loco Aldo Pezzella, hanno preso parte l’assessore Elpidio Iorio (in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale), studiosi, giornalisti, esperti, rappresentanti dell’associazionismo locale e non e soprattutto gli amici di sempre di Della Rossa, tra cui Luigi Della Rossa, Lello Persico, Peppino Dell’Aversana, Ciccio Ziello, Antonio D’Ambra, Roberto Di Carlo, Elpidio Pezzella e tanti altri.

Salvatore Della Rossa, Sottufficiale dell’Aeronautica Militare, sposato con Angela Guerra, papà di Raffaella e Tonia, da sempre appassionato di fotografia, volontario della Pro Loco sin dalla sua fondazione, ha curato un’interessante mostra in cui attraverso suggestive immagini ripercorre i momenti cruciali di un evento culturale ed enogastronomico che da oltre due lustri aggrega migliaia di persone all’insegna dei valori della tradizione.

Della Rossa, con il suo occhio attento e alla ricerca del particolare capace di trasmettere emozioni e di raccontare con immediatezza storie e rituali che rischiano con sempre maggiore insistenza di essere soffocati dalla modernità, ha raccolto in venti pannelli il senso e il valore della Sagra del Casatiello.

Ogni pannello raccoglie decine di immagini, disposte con intelligenza e giusto taglio. Il visitatore della mostra si snoda lungo un percorso che inizia dal pannello che svela le immagini dell’esordio della sagra. Immagini mute ma che raccontano tanto e anche con intensità e amore. Un crescendo di emozioni. Più si avanza e più aumenta il numero delle edizioni, come per incanto si passa dalla I, alla II, alla III fino al pannello che già racconta, fotograficamente parlando, alcuni appuntamenti della XX edizione.

La sensibilità artistica e umana di Salvatore Della Rossa ancora una volta è arrivata dritta al cuore della gente. Con la mostra ha fatto una straordinaria operazione di conservazione di una memoria popolare fatta di uomini, luoghi, usanze, valori, sguardi, artigianato locale e arte culinaria di cui, purtroppo, troppo spesso e facilmente si smarrisce il ricordo e con esso il profondo significato e il valore del loro essere.

La mostra si chiude con le immagini di importanti personalità del mondo artistico e culturale italiano che a Sant’Arpino, nello splendido e centrale Palazzo Ducale, gustano il prelibato prodotto gastronomico della terra locale. Tra gli altri, si scorgono i volti di Michele Placido, Giancarlo Giannini, Luigi De Filippo, Marisa Laurito, Arrigo Levi, Bruno Gambacorta, Luciano Piagnataro, Pino Scaccia, Nicola Muccillo, Lucio Allocca, Sandro Ruotolo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico