Sant’Arpino

“Giornata della solidarietà” con il Gruppo Padre Pio

 SANT’ARPINO. Domenica 13 maggio, nella scuola media “Vincenzo Rocco” di Sant’Arpino, si è svolta come ogni anno la festa della solidarietà.

Grande la partecipazione, momenti forti, carichi di emozione hanno regnato per l’intera giornata, iniziata la mattina con la celebrazione eucaristica nella chiesa di Sant’Elpidio Vescovo, concelebrata dal parroco don Umberto D’Alia e dal suo vice, don Raffaele. Presenti esponenti della “Casa della Vita” di Teverolaccio e Uals di Frattamaggiore. Una sorta di gemellaggio costruita negli anni attraverso un obiettivo comune: l’amore per il prossimo.

Dopo la santa messa tutti gli invitati sono stati accompagnati nella scuola media dove la “Associazione Nostra Signora di Fatima – Opera di Padre Pio” ha preparato un pranzo sociale, grazie soprattutto alla sensibilità di tanti sponsor che, come ogni anno, hanno creduto a questo evento e non hanno esitato a contribuire. “E’ a loro che va il nostro più vivo ringraziamento. Tutti hanno risposto ‘presente’ e ci hanno sostenuti fin dalla programmazione. Dico tutti”, commenta il presidente dell’associazione Raffaele Dell’Aversana, coadiuvato dal vicepresidente Antonio D’Errico.

“Dalle autorità civiche a quelle ecclesiali passando per i vari sponsor. – continua Dell’Aversana – Sono loro che rendono le nostre idee realtà, sperando che siano sempre più numerose. Un ringraziamento speciale ai nostri fratelli e sorelle dei vari gruppi che, ancora una volta, nonostante le tante difficoltà, hanno detto sì al nostro invito e ci hanno donato il loro amore. Più volte durante la manifestazione ci stringevano e ci riempivano di affetto, ci sono stati momenti in cui credevamo di essere in un’altra dimensione, un mondo nuovo. Queste sono quelle occasioni dove riesci a sperimentare il vero amore fatto di cose semplici, un abbraccio, un sorriso, eppure sembra cosi lontano dalla quotidianità. Questo è l’impegno che tutti noi del gruppo ci siamo prefissati di prendere: quello di creare tante attività che diano un sorriso, sperando poi che le risorse non vengano mai meno per rendere reali le nostre iniziative”.

“Un grazie – continua Dell’Aversana – va al dirigente scolastico Michele Dell’Amico che anche stavolta ha messo a disposizione il plesso scolastico per due giorni, accordandoci piena fiducia e sostegno. Un plauso va infine a tutti gli iscritti dell’associazione che, inesauribilmente, hanno organizzato l’intera manifestazione, dalla santa messa al pranzo, nella speranza che tali eventi diventino sempre più motivo di aggregazione”. Dell’Aversana conclude: “Vogliamo deporre nelle mani di Dio questa iniziativa e tutte quelle che abbiamo programmato per donare un sorriso a chi vive in uno stato di disagio, e affidare alla sua benevolenza tutti coloro che rendono possibile tali iniziative”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico