Santa Maria C. V. - San Tammaro

Festival “La Musica può fare” a sostegno di Play For Africa

 SANTA MARIA CV. L’associazione culturale “Club 33 Giri” di Santa Maria Capua Vetere aderisce al progetto “Play for Africa”, indetto da Casertamusica, per sostenere l’associazione Onlus “I bambini di Ornella”.

Il proposito è quello di non sottovalutare l’importanza della musica anche nei paesi più disagiati, come il villaggio di Kelle, in Senegal, luogo in cui, grazie ai fondi raccolti con gli eventi di “Play for Africa”, si procederà alla costruzione di un laboratorio musicale per i bambini.

Ma il festival “La Musica può fare” non è solo questo. E’ anche la voglia di ragazzi uniti dalle loro passioni e dai loro desideri di cambiare le cose, partendo dalla città in cui vivono. Ed è per questo che non passa certo in secondo piano quello che il Club 33 Giri farà per la città di Santa Maria Capua Vetere, bonificando l’area di Villa Cristina, in via Cappabianca, un meraviglioso spazio verde per troppo tempo dimenticato e non sfruttato.

E’ proprio lì che domenica 27 Maggio, a partire dalle 18 e proseguendo fino alle 24 si svolgerà un Festival musicale unico nel suo genere. I cancelli della Villa si apriranno con una performance a sorpresa di una band del casertano, continuando con le musiche di Saverio d’Andrea, in arte Sav.

Il palcoscenico si farà via via più caldo con le esibizioni di Riccardo Sinigallia, ex Tiromancino ed autore di canzoni portanti nella scena musicale italiana, come la stessa “Una musica può fare”, cantata da Max Gazzè, alla quale il Festival si ispira per il titolo, in trio con Laura Arzilli ed Andrea Fish. A seguire la performance di Francesco di Bella dei 24 Grana con Fofò, che stupiranno i presenti grazie ad una collaborazione con il trio di Riccardo Sinigallia.

Per la conclusione in grande stile, è stato selezionato un artista di calibro internazionale, Sandro Joyeux, di origini Franco-italiane, che ha fatto dell’Africa Nera la terra che guida il suo cuore e le sue parole, destreggiandosi in melodie e dialetti africani con l’ausilio di una sola chitarra, che usa anche come cassa armonica.

Non meno importanti sono le mostre e gli stand che saranno presenti in Villa Cristina, come l’esposizione delle tele di Mauro Sorbo, gli scatti di Mario Cipriano e di Francesca Saladino e lo stand del gruppo “Le Voie en rose”, che propongono abbigliamento ed accessori vintage. Il contributo minimo sarà di soli 5 euro, e parte del ricavato della serata verrà devoluto alla Onlus “I bambini di Ornella”. Per le collaborazioni si ringraziano Casertamusica.com per aver promosso questa iniziativa, il Comune di Santa Maria Capua Vetere per la disponibilità, Le voie en rose e TV//OUT.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico