Italia

Terremoto in Emilia, ancora scosse nella notte: 7 morti e 3mila sfollati

 FERRARA. Ancora una scossa nella notte tra domenica e lunedì in Emilia, dove circa 3 mila persone hanno dormito fuori dalle loro case, dopo il terremoto che ha causato 7 morti, una cinquantina di feriti e gravi danni agli edifici e al patrimonio storico e culturale.

Le persone rimaste senza casa sono state ospitate in centri di accoglienza allestiti dalla Protezione civile. Una nuova scossa di magnitudo 3,7 è stata registrata alle 1.04 tra le province di Ferrara e Modena. Qui la terra aveva tremato la prima volta alle 4.05 della notte tra sabato e domenica.

La scossa, con epicentro a San Felice sul Panaro a 36 chilometri a nord di Bologna tra le province di Modena e Ferrara, era stata del sesto grado della scala Richter ed era stata avvertita in tutto il centro nord Italia: a Milano, Venezia, in Liguria, in Toscana.

A questa scossa ne sono seguite molte altre (quasi un centinaio), una delle quali, nel primo pomeriggio di ieri, alle 15.18, di intensità 5,1 nella scala Richter. Gravi i danni a molti edifici e al patrimonio storico: tra i paesi più colpiti San Felice, Sant’Agostino, Mirandola e Finale Emilia, dove è crollata la torre del municipio.

Intanto volontari e mezzi della Protezione civile stanno arrivando da varie parti d’Italia per fronteggiare l’emergenza. Oggi le scuole, nelle aree colpite, restano chiuse, in attesa delle verifiche sulla stabilità degli edifici.

Playlist in aggiornamento

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico