Italia

I cantanti emiliani preoccupati per la loro terra: “Serve aiuto”

Biagio AntonacciBOLOGNA. “E’ necessario aiutare tutti insieme”: questo l’appello dei cantanti italiani a sostegno delle popolazioni emiliane colpite dal sisma.

Un aiuto concreto lo chiede Biagio Antonacci per le vittime del terremoto dell’Emilia Romagna,e invita i suoi colleghi a donare i compensi personali dei loro concerti per aiutare la popolazione emiliana. Il cantautore ha già compiuto questo gesto donando il suo compenso personale per il concerto tenutosi il 29 maggio a Rimini a favore della popolazione colpita dal sisma.

“Donate a chi volete, ma donate subito. Io inizio stasera a Rimini. Invito i miei colleghi a donare integralmente il loro compenso personale del primo concerto che terranno nelle prossime settimane mesi e anni – spiega il cantautore – a sostenere concretamente le zone terremotate ciascuno secondo il proprio sentire: donate a chi volete, ma donate subito”. Antonacci, che già nel passato aveva immediatamente donato l’ammontare del suo concerto che tenne a Roma a favore delle popolazioni colpite dal sisma in Abruzzo, invita i suoi colleghi ad un gesto concreto, immediato, tempestivo che possa risolvere le urgenze dei molti che stanno soffrendo in Emilia Romagna .

Alle parole di Biagio fanno eco quelle di Laura Pausini che si è detta preoccupata: le zoneLaura Pausini maggiormente colpite dal sisma sono le stesse che frequentava da bambina. È preoccupata per la sua famiglia e per i suoi cari. La cantante modenese ha scelto il social network per dividere il suo dolore e la sua preoccupazione: “State vicini all’Emilia Romagna, aprite la vostra ospitalità per chi non ha piu una casa. Stateci vicini”. Lo script ha raccolto il favore dei fans, ma al suggerimento di una di loro che chiedeva alla cantante di pensare lei alla situazione la Pausini ha risposto: “Non posso pensarci sempre io, non è giusto. Ho paura anche io. E aspetto aiuto anche io”. Immediato il sostegno delle fan: “Non sei tu a doverci pensare Lau – scrivono – tu sei una di noi! Sono le istituzioni che si devono dare una mossa!”

Anche gli altri musicisti e cantanti emiliani seguono da vicino la situazione che sta profondamente turbando la loro terra, che da questa mattina ha ripreso a tremare dopo il forte sisma di 9 giorni fa. Nell’impossibilità di usare i telefoni per le linee intasate, usano i popolari social network di Twitter e Facebook, con continui aggiornamenti sulle loro pagine per dare nota dell’evoluzione della situazione nell’Emilia.

Cesare Cremonini ‘retweetta’ gli aggiornamenti dei media sulle continue scosse che percuotono la terra emiliana da questa mattina. Poi annuncia che “a causa della situazione di emergenza causata dal terremoto è annullata la presentazione del disco di oggi alla Feltrinelli” di Bologna. Un gesto di vicinanza alla popolazione che ha raccolto il plauso dei fan.

Anche Red Ronnie sul social network fa sapere: “Adsl fuori uso. Linee telefonino vanno a tratti. La gente con occhi alluncinati. E siamo a 10 km da epicentro. Non oso pensare lì”. Luca Carboni mercoledì mattina è intervenuto sulla sua pagina riferendo di aver sentito “una scossa molto lunga alle 9 in punto”, mentre era al tavolo di un bar a Savigno, in provincia di Bologna.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico