Esteri

Francia, il giorno dell’investitura: Hollande si insedia all’Eliseo

 PARIGI. “Il mandato che ho ricevuto è di rimettere in piedi la Francia”. Sono le parole del neo presidente francese, Francois Hollande, durante la cerimonia di insediamento all’Eliseo avvenuta martedì mattina.

Hollande è il settimo presidente della Repubblica francese. Nel cortile dell’Eliseo, è stato accolto da Nicolas Sarkozy, con cui si è stretto la mano.

Hollande e Sarkozy si sono quindi riuniti per il tradizionale colloquio prim l leader socialista ha fatto riferimento alle molte sfide che la Francia deve affrontare: il debito alto, la crescita debole, la disoccupazione elevata e l’Europa che cerca di uscire dalla crisi”. “Ma siamo un grande Paese che ha sempre affrontato le sfide”, ha osservato. “Voglio aprire una strada nuova in Europa – ha poi concluso -, un nuovo patto per conciliare le politiche per la crescita con quelle del rigore”.a del giuramento del nuovo presidente.

Alla fine della cerimonia, Sarkò e Carlà hanno lasciato il palazzo tra gli applausi. Hollande ha voluto una cerimonia molto sobria e, a differenza del suo predecessore, non erano presenti né l’ex moglie né i quattro figli. E’usanza che i presidenti rendano omaggio, il giorno in cui assumono l’incarico a grandi figure di cui si considerano eredi.

Per Hollande – che ha scelto il premio nobel della chimica e fisica Marie Curie e quello che fu oltre che ministro dell’Istruzione pubblica, anche l’autore delle leggi repubblicane che resero la scuola gratuita, laica e obbligatoria si è trattato di sottolineare le priorità del quinquennio, scuola, giovani, ricerca, sottolineano i suoi collaboratori.

Il neo presidente subito dopo le cerimonie d’insediamento, volerà a Berlino per incontrare Angela Merkel, indebolita dalla sconfitta elettorale ma non disposta a cedere facilmente sul Patto di stabilità e sulla politica di rigore. “Non vorrete che mi presenti da lei dicendo, chiedo di più visto che ha perso un’elezione regionale”, ha scherzato Hollande con i giornalisti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico