Cesa

Si insedia il nuovo Consiglio Comunale dell’era Liguori

 CESA. A dieci giorni dall’esito elettorale, che ha decretato la vittoria della lista “Cesa al Centro” guidata da Cesario Liguori, si è ufficialmente insediato giovedì sera il nuovo Consiglio comunale con la cerimonia ufficiale al cospetto della cittadinanza.

Dopo la convalida degli eletti, che ha visto tutti favorevoli, Liguori ha nominato il presidente ed il vicepresidente del Consiglio comunale, rispettivamente Marco Marrandino ed Antimo Dell’Omo, votati all’unanimità dall’intera Assise. Il neo sindaco poiha indossato la fascia tricolore e prestato solenne giuramento di fedeltà alla Costituzione Italiana.

A seguire la costituzione dei gruppi consiliari con Nicolina Bortone, Cesario D’Agostino, Carmine Alma, Giovan Battista Romeo, Gennaro Re, Marco Marrandino e Mario Di Donato, con quest’ultimo capogruppo, costituiscono il gruppo consiliare di maggioranza denominato “Cesa al Centro”. Il secondo gruppo, quello di “Progetto Democratico per Cesa”, è costituito dall’ex candidato sindaco Domenico Mangiacapra, Antimo Dell’Omo ed Enzo Guida, con Mangiacapra capogruppo.

Liguori ha dunque comunicato i componenti della nuova giunta: Cesario D’Agostino, vicesindaco con delega alla Pubblica Istruzione, Lavori Pubblici, Patrimonio e; Nicolina Bortone assessore con delega al Bilancio, alle Pari Opportunità, all’Assistenza Sociale ed al Volontariato; Carmine Alma, assessore con delega alle Politiche Giovanili e Giovan Battista Romeo assessore con delega ai Servizi Cimiteriali, all’Ecologia e Ambiente, allo Sport ed alla Viabilità. L’Assise ha anche votato i componenti della Commissione elettorale: per la maggioranza i due titolari sono Gennaro Re e Cesario D’Agostiono, Marco Marrandino e Giovan Battista Romeo i due supplenti; all’opposizione il titolare è Enzo Guida e il supplente è Antimo Dell’Omo.

La seduta è andata avanti con la discussione dell’ultimo punto all’ordine del giorno, cioè la comunicazione dell’adesione al codice etico come già annunciato dai componenti del gruppo “Cesa al Centro” in campagna elettorale. A tal proposito il gruppo di minoranza ha proposto l’integrazione del succitato codice; in particolare Domenico Mangicapra ha avanzato l’ipotesi di creare una commissione etica che possa supportare l’Amministrazione nel rispetto dei dettami del codice etico.

A ciò si è aggiunto anche l’intervento del consigliere Enzo Guida che ha chiesto di arricchire taluni punti del codice etico con l’impegno da parte di tutti gli amministratori a denunciare, immediatamente, all’Autorità Giudiziaria, i casi di eventuali pressioni indebite da parte delle organizzazioni criminali; di vietare, inoltre, l’affido incarichi fiduciari a tecnici con problemi con la giustizia e di promuovere, laddove si dovessero verificare le condizioni, l’utilizzo sociale dei beni confiscati alla camorra. Su tale proposta il sindaco Cesario Liguori si è detto disponibile ad inserire, in un prossimo consiglio comunale, la delibera in questione all’ordine del giorno.

Prima di concludere la seduta, inoltre, il sindaco Liguori ha ricordato ai suoi alleati e ai suoi oppositori l’intenzione di voler governare con serenità, onestà e con un sincero spirito di collaborazione, interloquendo costantemente con i cittadini e invitandoli alla partecipazione attiva.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico