Cesa

“All’improvviso Dante”, un cesano declamerà l’XI canto del Paradiso

Francesco OlivaCESA. Sarà un cesano, Francesco Oliva, a declamare i famosissimi versi del XI canto del Paradiso di Dante durante la manifestazione “All’improvviso Dante. 100 canti per Firenze” che si svolgerà nel capoluogo toscano sabato 19 maggio.

Milleduecento cantori provenienti da tutta Italia invaderanno gli angoli più belli della città inscenando tre repliche dell’intera Divina Commedia prima di riunirsi in una lettura corale del XXXIII canto del Paradiso, sul sagrato della Basilica di Santa Maria del Fiore.

La manifestazioneche è giunta alla settima edizione, quest’anno è stata onorata anche della medaglia di rappresentanza, conferita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Gli incontri di formazione alla lettura dei canti sono stati finanziati da Toscana Energia, promotore e ideatore, insieme all’associazione Culter, al Comune di Firenze e all’Ente Cassa di Risparmi di Firenze. Ad aprire la manifestazione sarà il sindaco Renzi che leggerà il primo canto dell’Inferno in Piazza Signoria.

Emozionato e soddisfatto Oliva che si appresta a partecipare per il terzo anno consecutivo alla manifestazione: “Fare parte di questo importante gruppo è per me motivo di orgoglio perché si è trattato di un percorso di avvicinamento, approfondimento della Divina Commedia che rappresenta il più alto esempio della nostra tradizione culturale italiana. Declamare i versi scritti da Dante nella cornice di Palazzo Vecchio è un’esperienza formativa davvero straordinaria, un sentimento di appartenenza, condivisione, passione, orgoglio e responsabilità nei confronti dell’intera nazione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico