Caserta

Trasporto pubblico nel Casertano: riprende il servizio

 CASERTA. E’ ripreso ufficialmente il 30 maggio, dopo oltre due mesi di assenza a causa del fallimento dell’Acms, il servizio di trasporto pubblico locale in provincia di Caserta, operato dall’azienda Clp.

Il primo atto di questa nuova fase è avvenuto davanti la sede della Provincia in corso Trieste, dove un pullman ha stazionato alcuni minuti alla presenza del presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi, del titolare della Clp, Carlo Esposito, e di alcuni consiglieri provinciali. Successivamente, c’è stato il trasferimento presso il deposito di Marcianise, dove erano presenti anche gli assessori regionali ai Trasporti e al Lavoro, Sergio Vetrella e Severino Nappi, oltre a numerosi dipendenti ex Acms appena assunti da Clp.

Al loro fianco l’intera flotta di autobus con i quali sarà effettuato il servizio di trasporto pubblico. In un clima di ritrovata serenità, si è dato ufficialmente il via al nuovo servizio, che dovrà garantire livelli di qualità e di efficienza a tutti i cittadini-utenti della provincia di Caserta.

“Oggi – ha spiegato il presidente Zinzi – partiamo con una nuova fase del trasporto pubblico locale in provincia di Caserta. Sono certo che questa formula, che prevede l’affidamento a un privato, darà risultati soddisfacenti per i cittadini. Per ottenere ciò, però, c’è bisogno dell’impegno di tutti. Dopo due mesi di sforzo congiunto e nonostante il fallimento dell’Acms siamo riusciti a tutelare tutti i 447 posti di lavoro. Non va dimenticato – ha aggiunto Zinzi – che quando una società fallisce i lavoratori vengono licenziati. Grazie ad un lavoro senza soste è stato possibile garantire la totalità dei livelli occupazionali. Questo deve essere sempre ricordato. Per tali ragioni, invito tutti, anche le forze sindacali, a mantenere un grande senso di responsabilità”.

Zinzi, poi, ha sottolineato la necessità di un servizio efficiente: “Chiedo all’azienda e a tutti i lavoratori – ha proseguito il presidente della Provincia di Caserta – di impegnarsi fortemente affinché il servizio di trasporti nel nostro territorio diventi un modello di qualità e di efficienza per la Campania e non solo. La Provincia sarà vigile e controllerà con grande attenzione che il servizio erogato sia conforme alle richieste e alle esigenze dei cittadini-utenti dell’intero territorio”.

Per l’assessore regionale Vetrella, “quello di oggi è un passo molto importante. Tutti insieme abbiamo recuperato – ha aggiunto – una situazione davvero difficile, gettando le basi per un cambiamento importante nel settore del trasporto pubblico locale”. “Le istituzioni – ha dichiarato l’assessore regionale Nappi – si sono mostrate unite nel salvare i posti di lavoro di tanti dipendenti ex Acms e nel voler garantire la qualità e l’efficienza del servizio. Questa è una scommessa da vincere. Dobbiamo dimostrare che anche la Campania può essere un modello da seguire”.

Il titolare della Clp, Carlo Esposito, infine, dopo aver ringraziato le autorità presenti, ha lanciato un appello ai dipendenti: “Abbiamo voluto raccogliere una sfida importante – ha detto – e siamo convinti di vincerla. Tuttavia, senza il vostro aiuto e la vostra collaborazione non si va da nessuna parte”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico