Caserta

Aitf, Martino è il nuovo presidente

Franco MartinoCASERTA. L’Associazione italiana trapiantati di fegato della Provincia di Caserta ha una nuova guida: è Franco Martino che succede a Domenico Brasile.

Martino (nella foto in piedi) che ha già ricoperto l’incarico di Vice Presidente e responsabile dell’ufficio stampa dell’Associazione, è stato eletto all’unanimità nell’ambito della riunione del Consiglio Provinciale che si è tenuta nei locali della sede operativa dell’Aitf, ubicata all’interno della Azienda Ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. Con questa nomina, gli oltre trecento, tra trapiantati e trapiantandi che affluiscono presso il locale Satte, (Servizio Assistenza Trapiantati e Trapiantandi Epatici) interamente rappresentati dal Consiglio Provinciale, hanno voluto testimoniare a Martino la grande stima e fiducia che in egli ripongono; sentimenti guadagnatisi sul campo in questi anni di intensa e qualificata attività prodotta a difesa dei valori rappresentati dal sodalizio, ritenendolo l’uomo giusto per affrontare un futuro che si presenta sempre più pieno di incognite per una categoria come la loro, la cui sopravvivenza dipende esclusivamente da una assistenza medica adeguata che appare sempre più compromessa alla vigilia di questi prospettati tagli alla sanità che tante ansie e preoccupazioni stanno causando loro e rispettive famiglie.

Martino ha ringraziato il Consiglio per l’onore che ha voluto tributargli dichiarando: “Accetto l’incarico per esclusivo senso di responsabilità e doveroso spirito di servizio”. Ha voluto subito rivolgere un grato pensiero al suo predecessore ringraziandolo per il contributo offerto durante il suo mandato. Ha continuato affermando che “effettivamente lo stato in cui versa il paese da motivo di serie preoccupazioni. I giorni che ci attendono saranno duri e difficili; ma questo non deve assolutamente spaventarci più di tanto! Gente come noi che ha superato prove cosi complesse non si arrende facilmente. Del resto è insito nella mission dell’Aitf la necessità di dover resistere e produrre sempre nuovi stimoli; sia nei confronti delle Autorità sanitarie, per non fare abbassare il livello di assistenza; sia nei confronti della stessa opinione pubblica allo scopo di sensibilizzarla sempre più sulla importante necessità della donazione degli organi,soprattutto in una realtà territoriale come quella in cui viviamo”.

Il neo presidente vuole dare al più presto un rinnovato impulso alla propria azione: chiederà subito un incontro al direttore generale Bottino per attingere dal massimo responsabile dell’Azienda Ospedaliera notizie ulteriori sull’andamento del cosiddetto piano sanitario di rientro allo scopo di poter rassicurare gli iscritti,nonché sullo stato di attuazione del progetto Satte, anche alla luce della seconda tranche del finanziamento regionale di 200mila euro fatta confluire nelle casse dell’Azienda, sempre ad opera dell’Aitf, già alla fine dell’anno scorso. Infine, ha già in cantiere la programmazione di ulteriori incontri con gli interlocutori istituzionali a livello di Provincia e Regione Campania.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico