Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Usura, cinque arresti in Toscana contro il clan dei casalesi

 CASAL DI PRINCIPE. I finanzieri del Gico di Firenze, nell’ambito dell’operazione “Diamante”, hanno arrestato cinque persone (due campani e tre toscani) con l’accusa di usura, estorsione ed esercizio di abusiva attività finanziaria attuati ricorrendo alle intimidazioni tipiche del metodo mafioso.

Sequestrati, inoltre, beni per un valore pari a circa 200mila euro. L’organizzazione criminale, che secondo gli inquirenti sarebbe ben inserita all’interno del clan dei casalesi, avrebbe avuto un ruolo di primo piano nelle zone della provincia di Caserta, soprattutto nella gestione di sale da gioco e scommesse.

Le somme di denaro così acquisite sono state, in parte, reimpiegate in Toscana, concedendo, grazie al sostegno ed alla mediazione di soggetti fiorentini, prestiti usurai a imprenditori in difficoltà.

Nove le vittime accertate, che non riuscivano a far fronte alle pressanti richieste degli esosi tassi di interesse subivano violenze ed intimidazioni, anche ricorrendo all’uso delle armi.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

L'infermiere e la Legge Gelli: corso di formazione dell'Opi Caserta - https://t.co/ilpJX7kcV9

Maturità 2018, prova di italiano: tra i temi persecuzioni razziali, Moro e De Gasperi - https://t.co/nksWJRmpVk

Mondragone, Museo Civico: in arrivo nuovo finanziamento regionale - https://t.co/5MO5NjpY7n

Gorizia, cuccioli dall'Ungheria nascosti in bagagliaio: 4 denunce - https://t.co/ZxPyHRD9NT

Condividi con un amico