Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

San Prisco, Siero si conferma sindaco al fotofinish

Antonio Siero SAN PRISCO. Antonio Siero (giunto al suo terzo mandato) è stato confermato sindaco al termine di una vera e propria battaglia all’ultimo voto con lo sfidante Domenico D’Angelo.

Il leader di “Nuovi Orizzonti” ha ottenuto 3252 preferenze contro le 3213 di D’Angelo supportato dalla lista “LeAli con D’Angelo”. Molto più staccati sono invece risultati gli altri candidati Francesco Paolino e Vincenzo De Felice con 625 e 602 voti a testa. In una tornata delle”comunali” che ha visto la partecipazione locale mantenersi sugli standard delle scorse elezioni (-1,7 % contro il – 7% di affluenza alle urne a livello nazionale), chissà che non siano state le 134 “intenzioni di voto” invalidate a fare la differenza. Il pomeriggio per il sindaco eletto ed i suoi sostenitori è stato inaspettatamente al cardiopalmo.

Una vittoria che nelle proiezioni doveva essere facile è stata conseguita,invece, a termine di una lotta punto a punto ( come qui vengono chiamati i voti) con un margine di 6- 7 voti che si è dilatato solo nella tarda sera nelle fatidiche 39 preferenze di distacco. Lo 0,5% di scarto tra i contendenti è stato comunque sufficiente a garantire al professore altri cinque anni di governo, in virtù della norma che non prevede ballottaggio nei comuni al di sotto dei 15000 abitanti. La sudata vittoria è stata annunciata ai simpatizzanti di Siero dal vicesindaco Ciaramella, che ha riconosciuto nell’affetto e nell’impegno dei suoi concittadini le ragioni di un successo “più sofferto del previsto, ma che indica la soddisfazione della gente per il lavoro svolto dall’amministrazione in questi cinque anni”.

 Il popolo di “Nuovi Orizzonti” ha potuto abbracciare il riconfermato sindaco solo dopo le 20. “Il sindaco del triplete”, come è stato ora simpaticamente ribattezzato, dopo essere riuscito a stento a farsi largo tra la folla ha rilasciato le prime dichiarazioni. “Questa festa è dei sostenitori, degli amici, delle persone per bene che mi hanno dato affetto e credibilità. – ha commentato un Siero, contento ma visibilmente stanco – Comunque abbiamo sofferto i colpi bassi degli avversari.Molti hanno sfruttato la mia posizione personale nei confronti della giustizia, per farne strumento di una propaganda abbietta.Al futuro di San Prisco ci sto già pensando da cinque anni. Gli elettori hanno scelto la continuità ed io riprenderò dai progetti che ho lasciato sulla mia scrivania venerdì. Il mio augurio è che la città possa essere sempre piu’ forte economicamente ed indipendente a livello istituzione”.

A tal proposito, cosa risponde a chi le ha contestato un eccessiva vicinanza alla famiglia Di Muro che guida Santa Maria? “Solo con Biagio Di Muro, – dice Siero – che considero una persona per bene. Sono un suo amico intimo e mi ha sempre gratificato personalmente”.

In attesa di un possibile ricorso di D’Angelo per la rivalutazione delle schede annullate, sul campo apparentemente neutro di San Prisco, per la Di Muro’s family, Biagio batte don Nicola di soli 39 voti.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Roma, briscola vietata al centro anziani: “Troppe parolacce” https://t.co/779wQOBYvT

Ostia, Spada: “Mi vergogno per la testata, chiedo scusa” https://t.co/Wf7Jw2m2Ri

Governo M5S-Pd, Fico: “Mandato esplorativo positivo”. Si attende il 3 maggio https://t.co/qIzT8jCUTL

Prevenzione delle malattie oncologiche, incontro a Casa Don Diana - https://t.co/tFMdoNZQbu

Condividi con un amico