Napoli Prov.

Omicidio per eredità: fermato cognato del 50enne di Afragola

 NAPOLI. Ci sarebbe un dissidio tra due famiglie per la divisione di una vecchia eredità all’origine dell’omicidio di Santo Amato, 50 anni, trovato cadavere domenica mattina in un’auto parcheggiata in via Regina Margherita, ad Afragola, con i segni di due pallottole all’addome ed al torace.

A questa pista sono giunte le indagini condotte dai carabinieri della compagnia di Casoria guidati dal capitano Gianluca Migliozzi e del nucleo investigativo di Castello di Cisterna, che lunedì hanno fermato a Casoriail cognato di Amato, Saverio Tufano, con l’accusa di omicidio e porto illegale di arma da sparo.

I militari hanno interrogato per tutta la giornata di domenica i familiari di Amato, che non aveva precedenti penali ed era un venditore ambulante di frutta, ed alcuni parenti. Gli investigatori escludono piste collegate alla criminalità organizzata.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico