Campania

L’Oipa sequestra animali in mercato abusivo: liberati a Capodimonte

 NAPOLI. Operazione “Mamma Mia”, a Napoli, nel mercato abusivo di fauna di via Gianturco, quella compiuta dalle guardie zoofile Oipa di Napoli e Caserta, che hanno sequestrato, insieme alla Polizia di Stato, numerosi animali detenuti in condizioni disumane.

Ritrovati anche molti esemplari di fauna protetta di proprietà dello Stato. I bracconieri, alla vista delle guardie in divisa e con automezzi di servizio, si sono infiltrati tra i numerosi passanti e dati pian piano alla fuga senza essere identificati.

Sequestrati: 5 merli, 5 colombi domestici, 27 verdoni, 9 cardellini, un’anatra giovane, 4 galletti amburcal, un gallo combattente, 3 galline nane, un coniglio gigante New Zeland, due conigli giganti di manto marrone, un coniglio gigante californiano. I colombi, i galletti e il gallo erano in gabbie anguste e strette, mentre i conigli erano detenuti in scatole di cartone piccole e sporche.

Dopo aver adagiato gli animali nell’automezzo, le guardie si sono portate al comando di polizia locale, nelle vicinanze del luogo, per redigere i verbali ed effettuare il censimento degli animali poi liberati nel Bosco di Capodimonte. I bambini presenti sul luogo hanno effettuato la liberazione, il corpo di polizia a cavallo del bosco ha preso in affidamento l’anatra giovane, avendo spazio a disposizione.

Gli uccelli che non hanno spiccato il volo, perché feriti o con le piume della coda tagliate, quindi sono stati portati, insieme ai conigli e galline all’ospedale veterinario del “Frullone” per le cure mediche.

Le guardie Oipa ringraziano la Polizia di Stato, le Gez di Caserta, la polizia a cavallo e i medici dell’Asl veterinaria Napoli1 per l’aiuto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico