Campania

Evasione fiscale, denunciati due cantanti neomelodici

 NAPOLI. Un’evasione fiscale per oltre sei milioni di euro è stata scoperta dalla Guardia di Finanza nell’ambito di un’operazione (denominata ‘Canta Napoli’) con verifiche tributarie che hanno portato alla denuncia di due noti cantanti neomelodici.

Le accuse, per gli artisti Tommy Riccio e Antonio Ottaiano, sonodi mancata presentazione della dichiarazione dei redditi e occultamento delle scritture contabili. Alla denuncia dei due cantanti si è giunti anche dopo indagini finanziarie svolte presso gli istituti di credito interessati che hanno permesso ai militari di ricostruire le transazioni economico-finanziarie poste in essere, nel tempo, dagli artisti in questione.

Nel loro curriculum artistico vi sono feste di piazza, esibizioni a ricevimenti e matrimoni e rappresentazioni teatrali. Numerose anche le apparizioni in programmi televisivi su canali locali e net-work nazionali. Un percorso che ha reso i due i due artisti, in auge da più di un ventennio, tra i più popolari nel panorama dei neomelodici.

Per eludere i controlli uno dei due ha intestato fittiziamente beni e disponibilità, provento dell’attività artistica a terze persone i quali, in alcuni casi, totalmente all’oscuro di quanto accadeva. Alla madre, sprovvista di patente, di uno dei neomelodici denunciati risultano intestate moto di grossa cilindrata ed autovetture di lusso.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico