San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

“Quadernoni elettorali”, Striscia la Notizia a Cervino

Luca AbeteCERVINO. Incursione di “Striscia la Notizia” martedì mattina a Cervino all’uscita dalla scuola. Il clamore provocato in questi giorni dai media, anche nazionali, sulla ‘vicenda quadernoni’, ha portato la troupe del tg satirico di Antonio Ricci nella piccola cittadina suessolana.

Viva soddisfazione è stata espressa dal Comitato Genitori che non aveva gradito la pubblicità elettorale di Ippolita Piscitelli dell’Udc, candidata a sindaco della lista ‘Per Continuare’: un quadernone con le foto di tutti i candidati e una lettera agli alunni del domani di Cervino.

Le immagini registrate, purtroppo, come riferisce il comitato genitori, descrivono anche un momento di inciviltà:Luca Abete, l’inviato di Striscia, sarebbe stato più volte strattonato, e si sarebbero verificati momenti di tensione e toni alti da parte di alcuni candidati presenti.

“Abete ha rischiato di essere picchiato più volte. – racconta il comitato genitori in una nota – Si tratta dell’ennesima pagina vergognosa per la nostra comunità che ancora una volta è salita alla ribalta della cronaca nazionale per un fatto negativo.Noi del comitato genitori condanniamo quanto è accaduto fuori la scuola, dove è andata in scena l’ennesima figuraccia per la nostra comunità.Una piccola folla dapprima incuriosita e intimidita dalle telecamere, poi sempre più partecipe, si è divisa in due fazioni. I sostenitori dei genitori che al di là di ogni appartenenza politica biasimavano a prescindere la pubblicità elettorale ai minori, dall’altra parte i sostenitori della Piscitelli. Alcuni hanno tentato di negare che la distribuzione fosse avvenuta. Ci sono state critiche per l’inevitabile affollamento che si è registrato fuori l’istituto comprensivo ‘Fermi’ e la scuola elementare di Messercola. I bambini ignari di essere i protagonisti della querelle, vocianti e allegri hanno salutato con simpatia la troupe televisiva di Canale 5. Del caso se ne sono occupati in maniera massiccia i media, provocando la reazione anche di esponenti politici del governo centrale. Un esposto è stato inoltrato anche al provveditorato agli studi di Caserta”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico