Orta di Atella

Il Convicinio in mostra a Nocera Inferiore

 ORTA DI ATELLA. Il figlio più illustre del Centro Studi “Massimo Stanzione” di Orta di Atella, ovvero quel movimento artistico-culturale che fa capo ai pittori del Convicinio, sarà ospite della mostra “Il ritratto – dai primi del ‘900 ad oggi”…

…che aprirà le porte al pubblico giovedì 26 aprile alle ore 18,30 presso la sala medievale del Convento di S. Antonio a Nocera Inferiore. La mostra, curata dal noto accademico e critico d’arte Rosario Pinto, proporrà una sequenza di ritratti da fine ottocento fino ai giorni nostri. Il ritratto è così inteso come uno dei più importanti generi artistici, che segue un duplice indirizzo creativo: quello della fedeltà fisiognomica e quello dell’interpretazione psicologica del soggetto ritratto.

Viene messo in luce il ruolo della pittura ritrattistica nei confronti della neo-nata fotografia alla metà dell’ottocento, con la quale l’artista classico ha dovuto lottare per la ricerca di nuove soluzioni creative che non temessero minimamente il mezzo di riproduzione fotomeccanica. Nomi illustri accompagneranno la mostra: Domenico De Angelis, Filomena Proto, Matilde Pettinelli, Ione de Rosa, Salvatore Ciaurro, Renato Ianniello e tanti altri.

Non sono da meno i pittori del Convicinio; si va dall’espressionismo di Salvatore Piccirillo all’iperfigurativo-iperrealistico di Domenico e Mario Falace e di Silvano Battimiello. Il Convicinio, nato una trentina di anni or sono, è stato baluardo pittorico ed espressione sociale ormai ampiamente riconosciuto dagli esperti di arte figurativa, e continuerà il suo viaggio artistico nel solco già tracciato dal Centro Studi Massimo Stanzione.

Il contenitore che ospita l’evento è di grande rilievo architettonico. Costruito tra il 1256 e il 1290 dalla famiglia Filangieri, è una delle più prestigiose dimore minoritiche della Campania, e conserva al suo interno una biblioteca con codici amanuensi di fine XIII secolo, come il Decretalia Gregorio IX, e una pinacoteca con opere risalenti al Rinascimento. Il Convicinio ed il Centro Studi Massimo Stanzione stanno lavorando per portare ad Orta di Atella le nuove ricerche nel campo pittorico attraverso una manifestazione da tenersi nella sede del centro culturale.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, la "freccia azzurra" Raphaela Lukudo premiata nella sua città natia - https://t.co/rBv0NkS4IP

Cesa, Asprinum Festival con Andrea Sannino e Peppe Barra https://t.co/Explqwv2wN

Cesa, Asprinum Festival con Andrea Sannino e Peppe Barra - https://t.co/Cf4XGOkIrP

Forum Polieco, reati ambientali: “Coordinare informazioni per avere indagini incisive” https://t.co/CjOUkyUUZ1

Condividi con un amico