Cesa

Villano: “E’ giunto il momento del fare insieme per il bene comune”

Cesario VillanoCESA. “Se a sognare sei da solo allora è un sogno, se a sognare siete in due allora il sogno è realtà”.

Comincia così la nota diffusa dall’architetto Cesario Villano, candidato alle prossime elezioni comunali nella lista civica “Progetto Democratico per Cesa” con Domenico Mangiacapra sindaco.

“Questa frase la dice lunga sul mio modo di pensare e, oggi, credo che noi tutti candidati e cittadini dobbiamo sognare assieme. Insieme dobbiamo riscoprire un modo comune di fare politica, un modo comune di crescere, un modo comune di realizzare progetti, nell’interesse collettivo a beneficio di tutta la comunità. Non è difficile notare – sottolinea Villano – che il momento storico che viviamo è particolare con una crisi economica che colpisce tutti, indistintamente, ed un tessuto sociale che si disgrega sotto i colpi dei problemi e delle necessità.

E allora in un momento come questo, noi tutti dobbiamo essere coscienti della situazione, rimboccarci le maniche e assieme creare le condizioni per risollevarci, consapevoli di lavorare per un progetto comune che inneggi alla Crescita, allo sviluppo, al lavoro, alla solidarietà ed al rispetto. È inutile stare a rinvangare e criticare, oggi è il momento del fare! Fare assieme. I problemi esistono ma ci è stato insegnato che per ogni problema si trova una soluzione. Pertanto, con uno spirito rinnovato e creativo, ai Cittadini dico: troviamo le soluzioni. Sono i cittadini e le comunità che scelgono quale indirizzo e quale futuro vogliono per sé e per i propri figli e allora noi, più che ritenerci strumenti attraverso i quali i cittadini devono risanare e costruire la comunità di cui fanno parte, dobbiamo mettere a disposizione le nostre competenze per eseguire e realizzare ciò che i cittadini scelgono nell’interesse della collettività, costruendo assieme un futuro dove ognuno potrà dire di aver partecipato e di aver dato il proprio contributo per rendere questo mio paese vivibile, accogliente e solidale! Su queste basi, quindi, io, la mia lista e Voi tutti che sposerete questo progetto, dobbiamo costruire il futuro di tutti.

Il programma che proponiamo – afferma – non deve essere solo nostro ma comune a tutti, aperto alle indicazioni di tutti, rispettando quello che da sempre dovrebbe essere stato il principio ispiratore della politica, essere semplici strumenti attraverso i quali i cittadini amministrano il proprio paese. E allora facciamolo, diamo una svolta e amministriamo questo paese, rimbocchiamoci le maniche e quando avremo risolto anche un solo problema comune, ci ritroveremo in piazza ci stringeremo la mano e diremo: ben fatto! Oggi proponiamo soluzioni che devono aiutarci a riprenderci e allora dobbiamo guardarci intorno e puntare sulle possibilità che il territorio ci offre. Cinque cose dovranno essere fatte subito senza sé e senza ma per dare un impulso immediato all’economia del paese. Cinque cose per rimettere in moto un paese bloccato da una crisi economica che ci attanaglia.

1) Realizzazione e avvio del piano edilizia economica e popolare (Peep), costruzione di un parco che consentirà di immettere sul territorio alloggi, lavoro e distribuzione di reddito a tutte le maestranze e all’indotto che lo stesso piano procurerà.

2) Realizzazione e avvio piano colori e recupero centro storico, con interventi di ristrutturazione e ricostruzione con finanziamenti fino al 70% del costo dell’intervento.

3) Realizzazione di un nuovo strumento urbanistico P.U.C. che consentirà un riassetto urbanistico del territorio.

4) Realizzazione di un centro commerciale naturale, 30 o 40 attività commerciali finanziate con contributi regionali e comunitari da dare e far avviare ai giovani, dando uno slancio forte al commercio e un contributo forte ai giovani che intendono intraprendere un attività commerciale e artigianale.

5) Controllo parsimonioso di ogni flusso prodotto dall’indotto, le risorse sono del territorio e i benefici nel territorio dovranno rimanere.

L’impegno, la volontà e il contributo di tutti – conclude Villano – ci renderà forti, diamo una svolta a questo paese, cresciamo insieme”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico