Castel Volturno - Cancello ed Arnone

Ecco il bilancio Consuntivo della Pro Loco Volturnum

 CASTEL VOLTURNO. La Pro Loco Volturnum Castri Maris di Castel Volturno, diretta dal presidente Massimiliano Ive, ha approvato il suo primo Consuntivo 2011 e per le strade della città sono stati affissi i manifesti.

“In virtù del fatto che una Pro Loco che si rispetti non solo deve promuovere il territorio, ma ha il dovere di rendere pubblici i propri conti, abbiamo deciso di rendere pubblico il nostro Consuntivo che parla chiaro”, afferma Ive, che spiega: “Come si può notare non ci sono cifre esorbitanti, appena 4.401 euro di entrare con rispettive uscite. Eppure con questi quattromila euro circa (senza nessun aiuto economico del Comune di Castel Volturno, della Provincia e della Regione, ma con delle semplici donazioni private e con il nostro lavoro, a volte anche manuale) abbiamo espletato nel primo anno di vita una pedalata ecologica di successo, un incontro culturale con il sacerdote anticamorra, don Luigi Merola, realizzato un sito di informazione territoriale www.prolocovolturnum.com, effettuato una sagra estiva di successo con i cuochi del Campania Team, espletato uno spettacolo di danza, con la scuola di Gloria Palazzo, partecipato a decine di iniziative culturali per promuovere il territorio assieme all’associazione Le Sentinelle di Castel Volturno, dirette da Paola Castelli, al fine di riparare insieme i capanni o punti di osservazione sull’oasi dei Variconi”.

“Abbiamo organizzato con i vigili del Fuoco nucleo Saf – continua Ive – la Befana Volante dal Campanile della Chiesa dell’Annunziata, una prima fiera del mare con i commercianti di Castel Volturno, nonché la giornata natalizia degli Alberi dei desideri. Questi sono solo una serie di kermesse, alle quali vanno aggiunte altre più piccole: fiaccolata dell’Immacolata Concezione, festa di Santa Barbara, befana di solidarietà con i nonni del circolo degli Anziani Teresa Luise, ecc, ecc. In tempi di crisi 10 ragazzi e qualche persona di buona volontà hanno dimostrato carattere e grinta in una città difficile e allo sbando come la nostra”.

Ecco i nomi di chi ha lavorato a questo successo con cifre irrisorie, in barba ai bilanci comunali del passato che erano ricchi per gli eventi estivi: Paolo Turco, Teresa Baiano, Domenico Cangiano, Raffaella Baiano, Danilo Cristian Figliano, Virgilio Ive, Tonino Del Sole, Cosimo Ticino, Gloria Palazzo, Claudio Varriale, Antonio De Maria, Germano Ferraro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico