Caserta

“Muse e Musei” a Casertavecchia

 CASERTA. Una realtà “degna di nota” nel panorama regionale, composta da giovani musicisti dei conservatori campani e noti professori del Teatro San Carlo di Napoli.

Sarà l’Orchestra Collegium Philarmonicum la protagonista assoluta del quattordicesimo appuntamento di “Muse e Musei – Racconto di arte, storia e fede in Terra Laboris”, la Rassegna internazionale di musica classica, corale e polifonica, organizzata dalla Provincia di Caserta con il contributo della Regione Campania e dell’Unione Europea, in programma dal 7 gennaio al 21 aprile. Un suggestivo e toccante appuntamento di “vigilia pasquale”, che farà vibrare il prezioso Duomo di Casertavecchia di parole e note : versi e melodie che suoneranno come una chiamata a raccolta di cuori ed anime, proiettate dall’inesauribile forza della musica verso alte vette d’arte e di religione.

Nata dieci anni fa, l’Orchestra Collegium Philarmonicum prende parte a numerose manifestazioni, patrocinate da prestigiosi enti, e collabora con artisti importanti. Nel 2003, per la Naxos, ha inciso due concerti di Giovanni Paisiello.

Domani sera, alle 19, tra i leoni, i centauri e i grifi scolpiti nella pietra della Cattedrale del Borgo Antico, presenterà il capolavoro settecentesco “Stabat Mater”, su musiche di Giovan Battista Pergolesi e testi di Alda Merini, sotto la bacchetta del napoletano Gennaro Cappabianca. Diplomato in violino, il Maestro Cappabianca è professore stabile dell’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli e direttore stabile ed artistico dell’Orchestra Collegium Philarmonicum. Durante la sua lunga carriera, ha collaborato con attori e musicisti di altissimo livello. Il suo repertorio spazia dal religioso all’operistico, dal cameristico al sinfonico, con particolare attenzione alla musica del XX secolo. Per “Muse e Musei” dirigerà tre stimati interpreti italiani, che riscuotono applausi e apprezzamenti anche all’estero: il soprano Eleonora Arpaise, il mezzosoprano Gabriella Colecchia, il solista e voce recitante Gianni Lamagna.

Dopo aver studiato canto al Conservatorio di Salerno, Eleonora Arpaise si esibisce come solista (con l’Orchestra Collegium Philarmonicum e il Coro dei Cantori di Posillipo) e come corista (con la Cappella Corale Partenopea Rubino Profeta di Napoli). Ad oggi vanta concerti in tutto il mondo. Gabriella Colecchia ha studiato canto al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e si è specializzata all’Accademia Rossiniana di Pesaro. Vincitrice di prestigiosi concorsi e riconoscimenti, anche oltre il confine, si esibisce in prestigiosi teatri italiani ed internazionali. Dopo la collaborazione con la compagnia di Roberto De Simone, Gianni Lamagna partecipa a numerosi festival internazionali.

Dal 1997 svolge un’intensa attività concertistica con la Nuova Compagnia di Canto Popolare, in Italia e all’estero. Ha all’attivo l’incisione di due cd e due album. Per migliorare l’interazione con le istituzioni, questa settimana la Rassegna ha scelto di coinvolgere un’associazione locale particolarmente attiva : la “Pro Loco Casertantica”, che da tredici anni si occupa della promozione del territorio attraverso l’organizzazione di eventi e l’accoglienza turistica.

“Muse e Musei è una rassegna di qualità e siamo entusiasti che domani sera faccia tappa a Casertavecchia” ha dichiarato il Presidente, Pierluigi Cicia. “Il fatto che la sera della vigilia di Pasqua si tenga un grande concerto di musica classica è una coincidenza positiva, che attirerà molti visitatori. Casertavecchia ha bisogno di occasioni come questa per far conoscere al pubblico il Borgo e le sue tradizioni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico