Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Camorra, sequestrati beni per 4 milioni riconducibili a Zagaria

Michele ZagariaCASAPESENNA. Beni perquattro milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza del comando provinciale di Napoli, in base a un decreto emesso dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli.

Destinatari del provvedimento Aldo Nobis, 42 anni, di Casapesenna, nel Casertano, fratello di un uomo ritenuto esponente di spicco del clan dei Casalesi,attualmente rinchiuso in carcere di regime di 41 bis.

L’attività investigativa delle Fiamme gialle è durata alcuni mesi al termine dei quali sarebbe stato accertato che i beni sequestrati sarebbero riconducibili al camorrista detenuto ritenuto vicino al boss Michele Zagaria arrestato nel dicembre scorso proprio a Casapesenna.

Tra i beni sequestrati, per un valore complessivo di circa 4 milioni di euro, tre ville, due delle quali comprensive di quattro unità abitative, situate a Giugliano (Napoli) e fittate attualmente a militari americani in servizio alle basi Nato. Inoltre, cinque auto, una moto e un libretto di deposito contenente 50mila euro.

I finanzierihanno posto i sigilli anche alla villa di residenza del quarantaduenne, in via Brescia, a Casapesenna, un immobile di quattro piani in stile “scarface” come la maggior parte delle ville costruite da affiliati di spicco del clan, protetto da un sistema di telecamere. Nell’abitazione non sono stati rinvenuti covi per latitanti, come accadde per il sequestro operato il 14 marzo scorso della villa di proprietà dell’altro affiliato al clan Zagaria, Giovanni Garofalo.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

L'infermiere e la Legge Gelli: corso di formazione dell'Opi Caserta - https://t.co/ilpJX7kcV9

Maturità 2018, prova di italiano: tra i temi persecuzioni razziali, Moro e De Gasperi - https://t.co/nksWJRmpVk

Mondragone, Museo Civico: in arrivo nuovo finanziamento regionale - https://t.co/5MO5NjpY7n

Gorizia, cuccioli dall'Ungheria nascosti in bagagliaio: 4 denunce - https://t.co/ZxPyHRD9NT

Condividi con un amico